Dall'estero il 50% delle aziende partecipanti

Maredamare torna in presenza: in Fortezza da Basso 150 collezioni beachwear

Il beachwear internazionale riparte da Firenze con Maredamare. La fiera, che torna dopo un break di un anno dovuto alla pandemia, metterà in mostra 150 collezioni di costumi e moda mare, con molti marchi in arrivo dall'estero (circa 50%) e presenti in Fortezza da Basso per la prima volta.

L'anno del Covid non è stato brillante per il settore prodotto in Italia: secondo Confindustria Moda, dopo un 2019 di buona crescita (+10,2%), nel 2020 il comparto ha perso il -14,9% e l'export è sceso dell'11,4%. Ma i dati sono in miglioramento: a marzo, ultimo dato disponibile, il settore ha registrato un rimbalzo del +109%.

Con questi numeri sullo sfondo torna a svolgersi in presenza la fiera Maredamare, in agenda alla Fortezza da Basso dal 24 al 26 luglio con le collezioni per l'estate 2022.

Il 50% delle aziende partecipanti sono estere, grazie a tre importanti collaborazioni per la promozione internazionale del salone. In primis quella con l'Istituto Commercio Estero, che attraverso i suoi uffici svilupperà la visibilità sui mercati esteri della fiera e delle aziende espositrici italiane. Si aggiungono l'intesa con Icex (ente governativo spagnolo impegnato nella promozione e internazionalizzazione delle imprese iberiche e nell'attrazione di investimenti esteri in Spagna), che ha portato al salone un nutrito gruppo di aziende spagnole, e infine con Abit, Brazilian Textile and Apparel Industry Association.

«Per quanto riguarda le misure adottate siamo stati ancor più inflessibili rispetto al disciplinare ufficiale - ha dichiarato Alessandro Legnaioli, presidente del salone, prensentando la prima edizione post Covid-19 -. La nuova configurazione del salone prevede, oltreché gli stand tradizionali e le sfilate, spazi privati dedicati per ogni azienda, dei veri showroom. E poi speed meeting tra brand e clienti, approfondimenti e incontri tra operatori».

Nella foto, una sfilata dell'edizione del 2019

an.bi.
stats