inaugurazione rimandata

Negozi chiusi, ma a Milano è pronta la “nuova” via Capelli firmata Renzo Rosso

Vista l’emergenza sanitaria in corso, in pochi se ne accorgeranno immediatamente: ma via Vincenzo Capelli, la passerella dello shopping milanese che unisce corso Como e piazza Gae Aulenti, ha riaperto con un nuovo look grazie all’introduzione di panche, fiori e luci colorate.

L’inaugurazione del nuovo arredo urbano era prevista in questi giorni, ma l’emergenza coronavirus l’ha fatta rinviare a data da destinarsi. 

L’intervento, chiesto dai negozianti, è stato finanziato da Renzo Rosso, che lungo la via possiede ben sette vetrine. 

Prima dell’intervento la presenza di lunghi parapetti che separavano la parte centrale dalle laterali rendevano difficoltoso l’accesso ai negozi, che infatti hanno fatto molta fatica a decollare commercialmente, nonostante l’ampio passaggio.

Il restyling è stato tutto incentrato per favorire ingressi nei negozi e il relax dei passanti: i parapetti sono scomparsi per fare posto a sedute e fioriere, che invitano a passeggiare con calma e a fermarsi davanti alle vetrine, tra cui quelle di Dsquared2, Moschino, Vivienne Weatwood, Gcds, Chiara Ferragni, Loubutin e MM6

«La passerella non sarà più usata solo come passaggio, ma come luogo di aggregazione e migliore vivibilità dell’area», aveva annunciato Rosso all’avvio del cantiere, che ha interamente finanziato, portando a termine il progetto presentato al Comune, che lo ha accettato. 

Il patron di Otb si farà carico anche della manutenzione della strada e in questo compito sarà affiancato da Coima sgr, artefice dello sviluppo immobiliare di Porta Nuova e proprietaria di altri quattro spazi lungo la rampa.

an.bi.
stats