Dopo il ritorno in presenza a settembre

Micam sarà in pista con la 93esima edizione dal 20 al 22 febbraio

Dopo il ritorno in presenza lo scorso settembre, Micam Milano annuncia le date del prossimo appuntamento, che si svolgerà dal 20 al 22 febbraio 2022, con una durata concentrata in tre giorni. Sotto i riflettori le novità per l'autunno-inverno 2022/2023 in materia di calzature da uomo, donna e da bambino.

Come spiega Siro Badon, presidente di Assocalzaturifici e Micam Milano, «la manifestazione che si è chiusa il mese scorso può essere archiviata come l’edizione del rinascimento per il comparto calzaturiero. I numeri ci hanno confortato e confermato ancora una volta come Micam rappresenti un momento insostituibile per il nostro settore».

«Siamo già al lavoro - ha proseguito - per presentare agli operatori professionali un'edizione ancora più ricca in termini espositivi e di offerta formativa, per ritornare quanto prima agli standard delle rassegne pre-covid. I trend del mercato sembrano indicare finalmente che stiamo mettendo alle spalle la congiuntura più critica auspicando che al più presto il comparto calzaturiero ritorni a essere il motore trainante del made in Italy manifatturiero».

Accanto al momento espositivo, non mancheranno gli eventi di Micam X, la piattaforma di conoscenze e formazione che consente un proficuo scambio di opinioni e che fornirà formule innovative intorno ai trend più recenti, alla sostenibilità e all’innovazione. Al momento è possibile seguire in streaming i seminari della scorsa edizione su https://micamx.themicam.com/, che accompagnerammo il Micam Milano Digital Show, online fino al 15 novembre 2021.

A febbraio torna anche l'iniziativa Emerging Designers che vede premiati, con l’esposizione delle loro creazioni, gli stilisti emergenti internazionali più promettenti, scelti da una giuria ad hoc

Si tratta di Alessandra Balbi (Italia), Rafaella Zago (Brasile), Daniel Essa, (Siria), Jerelyn Creado (India), Marcus Alexander (USA), Meher Kakalia, (Pakistan), Gabriela Machado (Spagna), Arnaud Barboteau (Francia), Naomi Hille e Anousjka Röben (Olanda), Thushini Fernando (Sri Lanka), Titi Adesanya (Nigeria), Lancine Koulibaly (Uganda).

Previsti inoltre focus sulla sostenibilità, un tema di primaria importanza per Assocalzurifici, a cui è stato dedicato un progetto che viene lanciato ufficialmente il prossimo febbraio. Un'iniziativa nata per sostenere le aziende, associate e non, nel processo di accreditamento e posizionamento commerciale sui mercati nazionali ed esteri, quali realtà sostenibili e, pertanto, più competitive.

A tal fine Assocalzaturifici ha registrato un marchio proprio di Sostenibilità (VCS – Verified & Certified Steps), che viene concesso ai player in grado di raggiungere e ottenere uno standard qualitativo che soddisfa determinati requisiti.

L'iniziativa partirà con una auto-analisi che gli imprenditori possono eseguire in autonomia. In seguito il sistema fornirà i benchmark di riferimento che stabiliranno i criteri minimi per essere considerati una azienda sostenibile, previa verifica da parte di un Istituto certificato indipendente.

La manifestazione tornerà alla durata abituale di quattro giorni a partire dal prossimo autunno, quando si svolgerà dal 18 al 21 settembre.

c.me.
stats