Dopo il test degli store senza personale

Amazon apre in California il primo negozio fashion: oltre ai robot ci saranno anche i commessi

L'apertura di spazi di vendita fisici non è una novità assoluta per Amazon: nel 2016 a Seattle era nato il negozio senza code e senza casse Amazon Go, ma l’opening di oggi a Los Angeles rappresenta un'autentica novità per il colosso fondato da Jeff Bezos, in quanto si tratta del primo store fisico dell’abbigliamento.

Il progetto, sviluppato dalla divisione moda Amazon style, prevede l’introduzione di diverse innovazioni, che renderanno l'ambiente di circa 3mila metri quadrati su due livelli, all’interno del centro commerciale The Americana at Brand, un negozio brick and mortar fuori dall’ordinario.

I clienti potranno fare shopping secondo le modalità dell'online, ma con il vantaggio di poter toccare e provare i capi fisici. Necessario munirsi quindi dell'app Amazon, che guida l’esperienza di acquisto, consentendo alle persone di selezionare modello, taglia e colore di un certo item e personalizzare anche la modalità di pagamento in fase di checkout.

Diversamente da quanto accade in altri negozi fisici di Amazon sparsi in America lo store non sarà governato esclusivamente dalla tecnologia. È prevista infatti la presenza di assistenti alla vendita per chi ne richiederà l’intervento.

Sul fronte merceologico, secondo quanto riportato dalla stampa americana, nel negozio che vende abbigliamento uomo, donna e accessori si possono trovare accanto ai prodotti realizzati da Amazon, oltre a una selezione di marchi definiti premium, tra cui Vince, Theory, Equipment e Rebecca Taylor, mentre in  un'altra area più street si possono trovare marchi quali Calvin Klein, Levi's e Lacoste.

an.bi.
stats