Un bilancio del debutto

Il Wsm green supera i 4mila visitatori in due giorni

In più di 4mila hanno visitato Wsm Fashion Reeboot, primo evento italiano dedicato alla moda sostenibile voluto da M.Seventy, la società organizzatrice di White Milano.

Tra l’11 e il 12 gennaio il Base Milano ha dato visibilità - sotto la direzione creativa Matteo Ward, co-founder del marchio Wråd - a circa 80 realtà fra aziende e designer di moda affermati ed emergenti, produttori tessili e startup di servizi mirati al fashion responsabile.

In un percorso chiaro, lineare e “democratico”, label iconiche come Vivienne Westwood - che ha presentato un progetto di borse in materiali di recupero, che danno lavoro a piccole comunità in Kenya - si sono esibite accanto a realtà di nicchia come Care by Me della designer danese Camilla Gullits, che dà lavoro a esperte nella maglieria in Nepal, impiegando materie prime certificate Gots. Grandi nomi del tessile come Albini Group e Candiani Denim hanno presentato le loro proposte sostenibili accanto ad imprese emergenti come Orange Fiber, che realizza un tessuto ottenuto dagli agrumi e si prepara ad ampliare la capacità produttiva con il crowdfunding dopo i riscontri positivi, specie tra i grandi marchi della moda, in primis Salvatore Ferragamo

«Siamo felici - commenta Massimiliano Bizzi, fondatore di White - di essere riusciti a coinvolgere player e istituzioni, per lanciare un segnale di cambiamento ormai irrinunciabile. Si tratta del primo salone che permette di capire cosa offre il mercato della sostenibilità e di generare un efficace networking tra aziende, designer e fornitori di materie prime e di servizi. Un progetto coraggioso che vuole diventare, in futuro, un punto di riferimento per la sostenibilità, aperto anche alle grandi aziende che potranno presentare le loro capsule sostenibili».

L’evento includeva anche un concorso fra startup, il Wsm Smart Contest, che ha premiato il miglior prodotto sostenibile e il miglior servizio tra quelli presenti in fiera. Le calzature trasformiste Acbc hanno vinto nella categoria prodotto: potranno presentare le nuove collezioni al White di febbraio e in uno dei top store italiani. Nella categoria servizi si è imposta la piattaforma di brand sostenibili staiy.com.

Il Wsm Fashion Reeboot è stato animato da una mostra di calzature sperimentali, in fatto di fogge e materiali, tratte dall’archivio della Salvatore Ferragamo (in trasferta dalla mostra Sustainable Thinking in corso a Firenze), oltre che da una serie di workshop e da due talk organizzati in sinergia con Cbi-Camera Buyer Italia che saranno trattati da fashionmagazine.it nei prossimi giorni.

Il nuovo progetto di White, patrocinato dal Comune di Milano, è stato possibile grazie anche alla collaborazione con Confartigianato e al sostegno del Mise e dell’Agenzia Ice.

e.f.
stats