Economia circolare e sostenibilità

Armadio Verde cresce e introduce il menswear

Dopo l’approdo online quattro anni fa con la linea bambino e nel 2018 con la collezione donna, ora Armadio Verde è pronto ad ampliare il suo recommerce di abbigliamento made in Italy, fondato sull’economia circolare e il secondhand, introducendo la moda uomo.

L’idea della società è quella di ridare valore ai capi creando un mercato sostenibile dell’usato e favorire un approccio eco-friendly del consumatore attento alle nuove tendenze.

«Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo abiti e accessori che non si utilizzano più – commenta Eleonora Dellera, founder, communication & brand manager dell’azienda (nella foto) - azzerando gli sprechi legati all’acquisto di nuovi vestiti e riducendo in questo modo i consumi e l’impatto sull’ambiente».

L’obiettivo per il futuro, come sottolinea Dellera, è ampliare ancora di più il circolo che vede lo scambio alla base del rinnovo permettendo ad Armadio Verde un buon posizionamento nel mercato sostenibile dell’usato. L’azienda ricommercializza circa 3mila abiti al giorno.

 

c.bo.
stats