Emergenza Covid-19

Salvatore Ferragamo: il virtuale irrompe in showroom con Hyphen

La moda ai tempi del coronavirus si scopre sempre più tecnologica. Dopo la decisione di Camera della Moda, che ha “portato in Cina” le sfilate di Milano Moda Donna in live-streaming, e dopo Giorgio Armani Laura Biagiotti, che domenica 23 febbraio hanno scelto di sfilare a porte chiuse optando per la stessa modalità, Salvatore Ferragamo ha realizzato una showroom interamente virtuale per presentare anche in remoto le collezioni, grazie alla collaborazione con Hyphen.

La Virtual Showroom di Ferragamo permette a buyer e partner di consultare e visualizzare schede tecniche, foto e immagini interattive in versione 360° dei prodotti, in un ambiente cloud riservato e protetto di facile fruizione, spiega un comunicato. In termini tecnici, «integra le caratteristiche DAM e PIM connaturate nel sistema PCM di Hyphen con le funzionalità fotografiche evolute dei set fotografici Hyphen-HSL, unit specializzata nella gestione dei processi di shooting fotografico». 

«Il progetto realizzato per Salvatore Ferragamo e le tempistiche di realizzazione ci confermano la solidità del modello e della tecnologia che da oltre 20 anni mettiamo a disposizione dei nostri clienti», sottolinea Stefano Righetti, founder e ceo di Hyphen.

Con sedi a Verona, Milano, Londra e New York, Hyphen-Italia è un punto di riferimento nel panorama della trasformazione digitale, con un focus sui processi relativi alla creazione e alla gestione dei contenuti e delle informazioni di brand e di prodotto. 

c.me.
stats