fino al 19 febbraio

Première Vision in digitale e con più servizi

Sono 1.500 da 45 Paesi, con l'Italia come sempre in pole position, gli espositori di Première Vision, la cinque giorni dei tessuti e degli accessori tessili, di scena sul canale digitale fino al 19 febbraio con oltre 32mila articoli per la SS22 in esposizione: 21mila tessuti, 1.400 prodotti in pelle, 300 filati, 7mila accessori, 1.600 realtà della manifattura e 1.100 proposte di design.

Un evento che ha aumentato la durata (in precedenza si limitava a tre giorni) e che rispecchia sempre più i contenuti e le dinamiche del salone fisico.

Gli organizzatori hanno tra l'altro deciso di accorpare nell'unico sito premierevision.com tutte le manifestazioni sotto l'ombrello Première Vision e il marketplace. L'integrazione delle varie fiere verrà completata in linea di massima entro il prossimo autunno.

La piattaforma si è inoltre evoluta in un hub esperienziale, di più facile lettura e con più servizi per le singole aziende - per esempio la possibilità di gestire gli incontri a distanza con Whatsapp - e un'ampia scelta di webinar, consultabili per una settimana.

Se la pandemia allenterà la sua pressione, la prima rassegna fisica "by Première Vision" potrebbe essere Blossom, il prossimo giugno, mentre per il salone principale le date previste sono dal 21 al 23 settembre.

Il progetto di anticipo del calendario, con la collocazione a inizio febbraio in inverno e a luglio in estate, bloccato dal coronavirus, dovrebbe tornare alla ribalta nel 2022.

A cura della redazione
stats