firenze

La nuova geografia di Pitti Immagine Uomo con Pitti W che entra in Fortezza

Tra new entry, ritorni e qualche illustre assente, Pitti Uomo numero 84, al via domani a Firenze, ridisegna la mappa del menswear contemporaneo e la stessa geografia dei 59mila metri quadrati di superficie espositiva.

 

 

La novità più vistosa di questa edizione è che Pitti W fa il suo ingresso in Fortezza, precisamente all’Arena Strozzi, location che mette la rassegna femminile fiorentina di Pitti Immagine in stretta sinergia con le sezioni uomo a più alto contenuto di ricerca.  Ai circa 1.010 marchi di menwear presenti si aggiungono così una settantina di collezioni donna. L’aspirazione a porsi come hub internazionale, già affermata attraverso la scelta degli special guest, Kolor per l’uomo e Damir Doma per la donna, trova riscontro nella quota di marchi stranieri presenti al salone, che raggiunge quasi il 40%, con 370 brand provenienti da una trentina di Paesi.

 

Tra questi segnaliamo la Turchia, guest nation di questo appuntamento grazie a una collaborazione con Itkib (Istanbul Textile and Apparel Exporter Associations), cui è stata riservata la Sala della Scherma (ma altri brand made in Turkey sono presenti nelle varie sezioni della manifestazione) e il progetto Kocca, ovvero Korea Creative Content Agency, che porta a Firenze quattro label innovative. Il respiro cosmopolita che il management ha voluto conferire al salone, insieme all’indiscussa attrattiva esercitata dal made in Italy sui consumatori di tutto il mondo, sono in grado di richiamare i buyer di tutte le principali destinazioni del nostro export: un punto di forza della rassegna fiorentina su cui gli organizzatori continuano a investire con azioni mirate.

 

L'amministratore delegato di Pitti Immagine, Raffaello Napoleone, è ottimista. ''Per il momento i dati delle preregistrazioni ci raccontano un incremento delle adesioni da parte dei visitatori stranieri, mentre dobbiamo documentare un calo dall’Italia, a causa della sofferenza del mercato interno''. All’edizione estiva 2012, sono entrati in Fortezza più di 30mila visitatori, tra cui oltre 17.800 compratori, dei quali 7.400 (41% del totale) giunti dall’estero: tra questi nomi prestigiosi dei principali mercati di riferimento. Ad accoglierli questa volta anche un chioschetto rinfrenscante firmato Caruso, un modo innovativo con cui il marchio ha scelto di essere nuovamente presente al salone.

 

Pitti Immagine Uomo conferma la scelta di superare la classica formula del salone e di rendere la manifestazione fiorentina una quattro giorni di moda a tutto tondo, con eventi e sfilate che coinvolgono varie location cittadine. Di scena allo Sferisterio il 20 giugno alle 20,30, lo special guest Kolor, brand nato nel 2004 dall’intuizione del suo stilista e fondatore, Junichi Abe, si caratterizza per la grande fluidità e leggerezza delle linee e per la notevole attenzione alla sartorialità. L’altro ospite internazionale (per la moda donna) Damir Doma sarà al Giardino Corsini al Prato, la sera del 19. Sotto i riflettori le creazioni del giovane designer di origine croate, cresciuto in Germania e ora di stanza a Parigi, partito con il menswear e successivamente approdato alla moda femminile. 

 

Pitti Italics, progetto nato per promuovere e supportare le nuove generazioni di fashion designer e i marchi più interessanti che progettano e producono nel nostro Paese, questa edizione vede in pista Massimo Giorgetti di Msgm per la moda uomo, il colombiano Edgardo Osorio fondatore diAquazzura per gli accessori donna e l’italo-haitiana Stella Jean con la sua collezione Homme. Sempre in tema di creatività made in Italy, giunge alla quinta edizione Who is on Next? Uomo, concorso dedicato alla ricerca di nuovi talenti, italiani o con base in Italia. I sette finalisti sonoL.Chiussi&F., Matteo Molinari,Puro e Christian Pellizzari per il prêt-à-porter e, per gli accessori, Casamadre,Super Duper Hats e Giacomorelli.

 

Il calendario degli eventi in Fortezza e del sempre vivace fuorisalone fiorentino prosegue con una serie di happening organizzati dalle aziende nei vari. Una lista che si allunga di ora in ora: lo schedule aggiornato è sul nostro sito www.fashionmagazine.it alla voce “Timing”.

stats