Focus su sostenibilità e nuove tecnologie

Salone del Mobile: l’edizione numero 60 torna in presenza a giugno

In occasione della 60esima edizione, dal 7 al 12 giugno, il Salone del Mobile tornerà nella sua versione originale, quella pre-pandemia. Dopo lo stop imposto dal Covid, che ha portato alla cancellazione dell'edizione del 2020 e ha visto nel 2021 un appuntamento ridotto, il Supersalone, quest'anno l'evento tornerà a occupare l'intero polo fieristico a Milano Rho.

Alla manifestazione saranno presenti oltre 2mila espositori, di cui più di 600 giovani designer under 35. Quella di giugno sarà inoltre l'edizione delle biennali di EuroCucina, del suo evento collaterale Ftk (Technology For the Kitchen) e del Salone Internazionale del Bagno. Non mancherà il SaloneSatellite, dedicato ai giovani. Parole chiave della 60esima edizione - presentata, oggi 16 marzo, al Teatro Lirico di Milano - saranno qualità, innovazione, bellezza e soprattutto sostenibilità.

«Il Salone del Mobile è un costruttore di ponti - ha detto la presidente Maria Porro, al timone dallo scorso luglio dopo il passaggio di consegne con Claudio Luti - e mettere al centro in questo momento il lavoro delle nostre aziende credo sia ancora più importante. Ci rendiamo conto della tragedia umanitaria scatenata dalla guerra e vogliamo dare il nostro contributo».

Nella conferenza stampa è stato annunciato che Salone del Mobile con Federlegnoarredo faranno una donazione al World Food Program, anche coinvolgendo le aziende del design. «Ci aspettiamo visitatori di grandi qualità - ha sottolineato Porro - perché c'è grande voglia di scoprire le novità di prodotto».

La città, infine, sarà costellata di eventi. Oltre al FuoriSalone, disseminato in tutti i quartieri del centro ma anche in quelli periferici, a Palazzo Reale andrà in scena una grande installazione dedicata al cinema, in cui verranno proiettati 11 corti d’autore firmati da altrettanti registi italiani, con al centro gli 11 valori che hanno segnato la storia del Salone nei suoi primi 60 anni.

Quest’anno torna anche la collaborazione con la Scala: la kermesse si aprirà con un concerto della Filarmonica diretto dal maestro Lorenzo Viotti, seguito da un balletto con Roberto Bolle.

 
an.bi.
stats