i dati di global blue

Tax free shopping: in Italia aumenta più che in Europa

Negli ultimi sei anni il settore degli acquisti di lusso da parte dei turisti extra-Ue è cresciuto del 5% a livello europeo e del +7% nel nostro Paese: è quanto emerge dai dati presentati da Global Blue, società attiva nei servizi di Tax free shopping, nel corso di Shopping Tourism-Il forum italiano (nella foto), appuntamento annuale ideato e organizzato da Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza al servizio della macroindustria turistica.

Nel nostro Paese il Tax free shopping è progredito del 16% nel gennaio-ottobre di quest'anno, rispetto all'analogo periodo del 2018, a fronte di una media europea del +10%.

L'incremento nel Vecchio Continente è stato trainato dai viaggiatori provenienti dagli Usa (+25%), seguiti da quelli del Sud Est Asiatico (+15%) e dei Paesi del Golfo, in aumento del 13%.

Sempre nei primi dieci mesi dell'anno in corso Milano si è confermata una meta molto gettonata dai globe shopper, in particolare cinesi (33%), russi (11%) e americani (8%), senza contare le micro-nazionalità, che hanno contribuito al 38% dei volumi d'acquisto.

Chi ha speso mediamente di più nel capoluogo lombardo sono stati i turisti in arrivo da Hong Kong (1.841 euro). In seconda posizione i cinesi (1.458 euro) e in terza gli statunitensi (1.224 euro).

a.b.
stats