I nuovi headquarters nel Quadrilatero

Anche il gruppo Kering inquilino di Spiga 26

Spiga 26, l’hub creativo sviluppato dal player di real estate Hines, completa la locazione degli spazi adibiti a uso uffici con un nuovo, illustre inquilino.

A spostare nel Quadrilatero i propri headquarters milanesi è Kering, che all’interno di Palazzo Pertusati potrà contare su uno spazio di circa 7mila metri quadrati, suddivisi su sette livelli.

Kering si assicura dunque non solo una posizione centrale in uno dei quartieri più iconici di Milano, ma anche uno spazio all’interno di un «luogo esperienziale all’insegna della contaminazione tra fashion, business e lifestyle», come lo definisce Hines, dove prioritarie sono «l’attenzione rivolta all’architettura e a innovative soluzioni di progettualità, contraddistinte dall’adozione dei più elevati standard di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica».

Gli spazi interni, che verranno consegnati nei prossimi mesi, sono stati completamente ridisegnati per beneficiare della massima luminosità, attraverso la realizzazione di ampie superfici vetrate, che garantiscono al contempo le più elevate prestazioni termiche e acustiche.

Dopo il trasferimento di una parte rilevante degli uffici milanesi da via Mecenate 91 a Spiga 26, il gruppo francese disporrà della location con un ingresso ad uso esclusivo da via Senato.

«Siamo orgogliosi di ospitare uno dei maggiori gruppi mondiali del lusso - ha affermato Mario Abbadessa, senior managing director & country head di Hines Italy -. Questo accordo riveste una particolare importanza nell’ambito dello sviluppo di Spiga 26, sia in termini di posizionamento e filosofia del progetto che di business.  Infatti, la nostra mission si qualifica per il forte commitment sul mercato italiano e sulla capacità attrattiva di progetti immobiliari realizzati con un’elevata attenzione alla sostenibilità, intesa come approccio olistico che coinvolga tutti gli aspetti di processo a 360 gradi».

«Inoltre - aggiunge - per Hines questo accordo rappresenta una pietra miliare e un traguardo importante sul versante business, considerando che a pochi mesi dall’avvio della commercializzazione abbiamo completato la locazione degli spazi riservata agli uffici e siamo in fase conclusiva anche per quella retail».

L’intero immobile di via della Spiga 26, in cui Hines ha investito in joint venture con uno dei principali fondi pensione olandesi nel 2019, attraverso un fondo immobiliare gestito da Savills Investment Management Sgr, è stato oggetto di un profondo intervento di ristrutturazione, che si concluderà entro la primavera del 2022 (quando l’immobile mira anche a ottenere la certificazione internazionale Leed Gold), sulla base di un progetto curato da Scandurra Studio Architettura e Sce Project, orientato alla valorizzazione dell’asset in termini di sviluppo di spazi interni e ottimizzazione delle destinazioni d’uso, sia lato uffici sia lato retail.

L’edificio si estende su oltre 13mila metri quadrati, sviluppati su diversi piani con uso misto e una corte interna di 180 metri quadrati. Oltre agli spazi direzionali oggi locati, il progetto prevede una superficie retail high-street di 3mila metri quadrati su tre livelli, già parzialmente dedicata alle nuove boutique di Moschino e Sergio Rossi.

a.t.
stats