il colosso usa già investitore in Asos

Boohoo: dopo la promessa di 5mila posti di lavoro, la quota del 10% a T. Rowe Price

Boohoo ha attirato l'attenzione del gigante statunitense degli investimenti T. Rowe Price, che ha acquisito il 10% dell'e-tailer britannico. T. Rowe Price diventa così il terzo azionista, mentre il fondatore Mahmud Abdullah Kamani detiene la maggioranza e Jupiter Fund Management ha la seconda quota per grandezza.

A T. Rowe Price, presente in 47 Paesi con 16 sedi, fa capo l'11% di un altro player inglese dell'e-commerce, Asos, che vede in pole position Bestseller con il 29,5%.

In occasione del 15esimo anniversario di attività Boohoo - che lo scorso febbraio ha rilevato da Arcadia i brand Dorothy Perkins, Burton e Wallis, sborsando 25,2 milioni di sterline - ha annunciato di voler creare in madrepatria 5mila nuovi posti di lavoro in cinque anni, grazie a un investimento di oltre 500 milioni di sterline.

Metà delle vendite del gruppo con quartier generale a Manchester, nato come singolo marchio nel 2006 e ora a capo di 13 label, proviene dai mercati internazionali. Ogni giorno dai quattro centri di distribuzione in UK, dove lavorano 7mila persone, partono dai 190mila ai 230mila pacchi, gestiti da 13 corrieri.

a.b.
stats