Il Covid-19 ha dato il colpo di grazia

Neiman Marcus in bancarotta

Dopo J. Crew, c'è un'altra vittima eccellente del Covid-19 nel settore del retail americano. È di oggi la notizia che la catena Usa di grandi magazzini Neiman Marcus ha fatto ricorso alla procedura prevista dal Chapter 11 del codice fallimentare statunitense per ristrutturare il debito di 4,3 miliardi di dollari.

Il gruppo texano – che controlla Bergdorf Goodman, Horchow, Last Call e MyTheresa - è stato costretto a chiudere i suoi 43 punti vendita fino al 30 aprile e a lasciare a casa la maggior parte dei suoi 14mila dipendenti e già nelle scorse  settimane aveva annunciato di stare valutando tutte le opzioni possibili, tra cui il ricorso al Chapter 11.

L'azienda, che ha problemi di liquidità dal 2013, ha reso noto di aver ottenuto prestiti per 675 milioni di dollari dai creditori, per sostenere il processo di ristrutturazione e che i creditori si sono impegnati a fornire ulteriori 750 milioni per finanziare questo debito, insieme ad altra liquidità per quando Neiman Marcus uscirà dalla bancarotta: un obiettivo fissato per l'autunno 2020.

Il presidente e ceo Geoffroy van Raemdonck ha sottolineato che prima del tornado del Covid-19 la holding stava facendo progressi nel cammino verso una «crescita redditizia e sostenibile a lungo termine», ampliando la base dei clienti e implementando l'omnicanalità: «Tuttavia, come la maggior parte delle aziende oggi - ha dichiarato - ci troviamo di fronte a un'interruzione senza precedenti causata dalla pandemia, che ha posto una pressione inesorabile sul nostro business».

Seppur nell'orbita di Neiman Marcus, Mytheresa continuerà a essere indipendente, come ha sottolineato Michael Kliger: «Mytheresa non fa parte dell'istanza fallimentare di Neiman Marcus - ha precisato il ceo -. Come negli anni passati, continueremo ad agire con successo come entità autonoma, legalmente, finanziariamente e operativamente. Naturalmente stiamo affrontando tempi difficili, ma possiamo già vedere che essere un rivenditore di lusso online ci dà resistenza e, tra l'altro, la tendenza all'e-commerce sarà accelerata da questa crisi».

A cura della redazione
stats