Il deal riguarda i tre store e l'e-shop

Luisa di Rimini entra a far parte di Julian Fashion

A Sabina Zabberoni i cinque negozi Julian Fashion, con due sedi operative e più di 80 collaboratori, non bastano. Così l'imprenditrice, finito il lockdown, torna al lavoro con un'importante novità: l'acquisizione di Luisa Boutique, che dopo 53 anni di attività non farà più capo ala fondatrice Luisa Severi e al figlio Giovanni Venturini.

Sulle insegne dei tre punti vendita di via Gambalunga (uomo, donna, bambino) il nome Luisa resterà, ma sarà affiancato dalla scritta by Julian Fashion. «Siamo consapevoli del ruolo storico del marchio e del rapporto privilegiato che ha con la città e i clienti», racconta a fashionmagazine.it Sabina Zabberoni, spiegando che da giovedì inizieranno i lavori di restyling, che porteranno i negozi a riaprire intorno al 28 maggio.

«I contatti risalgono già a qualche tempo fa - spiega il ceo and owner di Julian Fashion - ma la formalizzazione è arrivata solo oggi, a causa del lockdown. L'acquisizione riguarda non solo la rete di negozi fisici, ma anche il business dell'online: già da qualche tempo l'e-shop myredqueen era reindirizzato sul nostro portale».

«Ci sarebbe piaciuto - prosegue l'imprenditrice - essere pronti per il 18 maggio,  quando in Italia attività commerciali come la nostra potranno riprendere, ma i tempi sono troppo stretti».

Per Julian Fashion l'acquisizione rappresenta un decisivo ampliamento del raggio d'azione: l'insegna sinonimo di shopping di lusso a Milano Marittima da tempo sognava di conquistare Rimini.

«Si tratta di un deal nato da rispetto reciproco tra famiglie di imprenditori che si conoscono da tanto tempo - conclude Zabberoni -. Sono certa che le sinergie di entrambe le realtà possano rappresentare la moda in maniera ancora più solida nel territorio e nel mondo».

an.bi.
stats