Il debutto a marzo alla Leopolda

Pitti Immagine apre al mondo dei libri con la rassegna "Testo"

Dopo la moda, le fragranze e il cibo, la famiglia di saloni in capo a Pitti Immagine si arricchisce di un nuovo appuntamento, dedicato al mondo dei libri. Battezzata Testo: come si diventa un libro, la manifestazione esordirà dal 20 al 22 marzo prossimi alla Leopolda. «L'obiettivo è raccontare il valore del libro in tutte le sue tappe», racconta Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine.

 

«Abbiamo notato che manca uno storytelling del libro che abbracci tutta la catena del valore, a differenza di altri settori, come per esempio quello dei vini. Vogliamo andare in questa direzione, alla nostra maniera», chiarisce Poletto.

 

La rassegna di scena alla stazione Leopolda, rilevata di recente da Pitti Immagine, coinvolgerà circa 120 case editrici, tra piccole e grandi, selezionate per la loro strategia, che porteranno al massimo in stand 30 o 40 libri, ossia le loro novità o comunque i pezzi forti della loro offerta.

 

«L'obiettivo è avere una forte omogeneità nella scansione degli spazi», sottolinea Poletto e prosegue: «Partiamo con gruppi editoriali italiani, spaziando dalla moda alla narrativa, dalla saggistica alle proposte per i bambini, con un nucleo di piccole realtà editoriali d'arte che sarà un primo step verso l'internazionalizzazione».

 

All'interno degli spazi della Leopolda è prevista un'arena centrale, dove si racconterà in sette stazioni come nasce un libro: da quando viene concepito a quando arriva sotto gli occhi del lettore. Lo spazio accoglierà incontri, confronti, presentazioni, letture, articolati nei tre giorni della manifestazione. Ci sarà anche una vera e propria libreria gestita da librai professionisti, che avranno il compito di raccontare i percorsi del salone».

 

La rassegna sarà aperta al pubblico, ai lettori privati, alle biblioteche e alle librerie.

c.me.
stats