Il gruppo vuole coniugare business e sostenibilità

H&M esplora l’opzione vendita su abbonamento con Singular Society

Il mondo del fast fashion esplora inedite modalità per agganciare nuovi consumatori o fidelizzare quelli già acquisiti. L’ultima trovata del gruppo H&M si chiama Singular Society ed è un format di vendita tramite membership, che offre inizialmente un assortimento selezionato di prodotti essenziali di qualità per la casa e il guardaroba, realizzati in modo responsabile.

Il gigante svedese ha l’obiettivo di ampliare  nel tempo l’assortimento con nuove proposte, per soddisfare le esigenze e i gusti dei soci, restando fedele ai concetti di design senza tempo, produzione responsabile e qualità che dura nel tempo a un prezzo di costo.

La vendita è dunque su abbonamento e i prodotti vengono proposti come un servizio per la community di Singular Society, piuttosto che come una fonte di guadagno. «L’idea, in sostanza, è di aiutare le persone a comprare meno ma meglio», spiegano dal gruppo.

Come si legge in una nota, «con questo inedito business model Singular Society consentiamo ai membri di comprare prodotti essenziali, realizzati in esclusiva da alcuni dei migliori produttori al mondo. Per il momento il progetto è in fase di lancio soft e i nuovi membri saranno introdotti gradualmente, in attesa di accettare tutti coloro che vogliono iscriversi il prima possibile».

Il costo per accedere è di circa 9,50 euro al mese per l’entry price, che permette di comprare cinque prodotti al mese. L’abbonamento plus costa invece circa 19,50 euro e vale per 25 articoli ogni mese. Si risparmia se l’abbonamento è effettuato per un intero anno. 

Con un negozio e una showroom a Stoccolma, Singular Society potrebbe siglare per H&M un cambio di passo, in un momento in cui i giganti del fast fashion si interrogano sull’importanza di aprire le porte alla sostenibilità, sia pure nei grandi quantitativi. 

c.me.
stats