IL MICAM (18-20 SETTEMBRE) BANCO DI PROVA

Calzature: la guerra incide sul semestre, ma la chiusura è a +14,5%

Con 1.012 brand di calzature, di cui il 46% dall’estero, l’imminente Micam Milano (in programma dal 18 al 20 settembre a Fieramilano Rho) sarà un banco di prova importante per il settore, che come informa Assocalzaturifici ha finora retto all’onda d’urto di un periodo molto complesso, «anche se caro energia, costi delle materie prime e conseguenze del conflitto russo-ucraino mettono a rischio l’evoluzione a breve», commenta Giovanna Ceolini, presidente dell’Associazione.

Il primo semestre 2022 si è chiuso con un +14,5% di vendite rispetto all’analogo periodo del 2021, che già aveva assistito a un’impennata del +18,2% in valore. Tuttavia, i contraccolpi della guerra si sono fatti sentire, con un -30% sempre in valore delle esportazioni verso i due mercati direttamente coinvolti e un -46% dall’inizio della guerra. Anche la Cina, con i suoi continui lockdown, ha creato diversi problemi.

Spostando le loro pedine sullo scacchiere internazionale, i marchi hanno potenziato la presenza in aree come il Nordamerica e i principali Paesi della Ue. «Se le griffe registrano performance brillanti - fa notare Ceolini - metà delle imprese sono ancora sotto i livelli di fatturato pre-Covid».

L’auspicio della presidente è che il Micam rappresenti una leva per il business e i contatti con gli operatori internazionali, grazie anche alla sinergia con Ice Agenzia.

Di scena la primavera-estate 2023, con new entry e ritorni significativi, tra cui Benetton, Café Noir, Guy Laroche, Liu Jo, North Sails, Renato Balestra, Spernanzoni, Steve Madden e Windsor Smith. Una stagione le cui tendenze vengono per la prima volta racchiuse nella SS23 Trends Guide pilotata dai dati, una guida digitale da scaricare e consultare sul cellulare, realizzata in collaborazione con Livetrend, piattaforma che analizza milioni di immagini e informazioni da Instagram, e-commerce e sfilate, traducendole per il mondo della calzatura grazie a un algoritmo.

L’innovazione è protagonista nell’area MicamX al padiglione 1 attraverso incontri e convegni, mentre alla sostenibilità è dedicato il Micam Sustainability Lab powered by Vcs, primo marchio di certificazione della sostenibilità per il comparto: focus sul progetto Vcs verified & certified steps, lanciato lo scorso marzo, concesso alle imprese che intraprendono un percorso di valutazione, misurazione e miglioramento delle proprie performance legate alla sostenibilità aziendale.

Biocell, Id Factory, Ohoskin, Riceskin, Smart Fab, Twinone e Ympact sono le startup sotto i riflettori nello spazio Micam Startup, sempre al padiglione 1, dove torna in scena Italian Artisan Heroes-the ultimate manufacturing tradition sull’artigianalità italiana.

Sono inoltre 12 i creativi da tutto il mondo selezionati per l’area Emerging Designers, tra cui dall’Italia Ahiid e Sucette e, grazie a una sinergia italo-coreana, ID-Eight.

Chi cerca l’experience la trova al padiglione 7 con Micam Tales Square, hub interattivo ispirato alla campagna di comunicazione del salone.

a.b.
stats