IL PIANO DEL GOVERNO PER IMPEDIRE IL COLLASSO DEI CONSUMI

Allo studio tregua di Natale: una finestra di dieci giorni per lo shopping

Una finestra di dieci giorni, alla vigilia del Natale, per ridare fiato ai consumi e consentire lo shopping natalizio. Questo il piano al vaglio del Governo, che però è vincolato dall’andamento della curva epidemiologica, in quanto tutte le regioni dovranno avere l’Rt sotto quota 1.

Lo scopo, secondo quanto scrive La Repubblica, è quello di mantenere la stretta con l’attuale divisione fra zone gialle, rosse e arancioni fino al 3 dicembre, data di scadenza del Dpcm. Successivamente non è escluso che possa essere consentita l’apertura dei negozi nella zona rossa, proprio per permettere gli acquisti natalizi.

Una mossa che potrebbe dare sollievo al commercio, in crisi nera causa pandemia, per il quale lo shopping legato alle festività è da sempre un momento cruciale.

Secondo i dati dell’Istat del secondo trimestre, negozianti e commessi sono tra le vittime principali della crisi del lavoro della prima ondata di Covid, con 191mila occupati in meno nel commercio rispetto allo stesso periodo dell’anno prima.

La situazione è comunque in continuo aggiornamento: ieri il ministro della Salute Roberto Speranza ha prorogato di altre due settimane la zona rossa in Lombardia, Piemonte, Calabria e Valle d’Aosta. Successivamente, in base agli ultimi dati, Lombardia e Piemonte potrebbero tecnicamente passare in zona arancione.


A cura della redazione
stats