con le eccellenze dei settori conciario, tessile, artigianale

Spazio Creativo fa il bis alla Fortezza da Basso

Parte oggi (5 dicembre) la seconda edizione di Spazio Creativo, l’evento che fino domani trasforma il Padiglione Fureria della Fortezza da Basso di Firenze nel laboratorio interdisciplinare di un gruppo selezionato di 13 eccellenze italiane del settore conciario, tessile e artigianale, tra cui Italpel, Louisiane, Sanlorenzo e Leta, per citarne alcune.

Le aziende presentano proposte originali ed esclusive, realizzate insieme coniugando tecniche e materiali diversi: «Vogliamo che Spazio Creativo sia un luogo d’incontro, di contaminazione e d’ispirazione tra mondi, saperi ed esperienze diverse - spiega Marco Marchetti, che insieme alla stilista Alessandra Marchi cura la direzione artistica dell’evento - in grado di trasportare i visitatori in una dimensione creativa stimolante, lontana ma funzionale alle imposizioni più rigide del mercato».

La manifestazione punta anche a promuovere i giovani talenti: dieci studenti dell’Istituto Europeo di Design con sede a Firenze espongono prodotti di vario genere, realizzati utilizzando materiali e lavorazioni messe a disposizione dalle aziende partecipanti a Spazio Creativo.

«In un momento così caotico in tema di trend e mercati, in cui l'offerta mediatica diventa sempre più la domanda di prodotto del consumatore e in cui l'immagine molto spesso conta più della qualità stessa - commenta Andrea Nardi, coordinatore dell’area moda Ied Firenze - l'idea alla base di questa collaborazione è quella di potenziare la proposta usufruendo della creatività degli studenti, futuri professionisti, limando quanto più possibile questo gap e mettendo in luce l'importanza della cultura e dell'artigianato nel settore moda, senza venire meno alla visione d'innovazione del settore» (nella foto, i direttori artistici di Spazio Creativo).

A cura della redazione
stats