in programma l'8 e il 9 settembre

Milano Unica conferma la 31esima edizione a Fiera Milano Rho

«Un segnale importante, per ritrovarsi non virtualmente e sancire, anche con questo gesto, il valore di essere uniti per essere unici»: così Alessandro Barberis Canonico, presidente di Milano Unica

Gli organizzatori del salone, che avevano annunciato il mese scorso l'intenzione di non annullare l'edizione di settembre, hanno mantenuto la promessa: martedì 8 e mercoledì 9 settembre saliranno alla ribalta del centro espositivo di Fiera Milano Rho oltre 200 aziende espositrici, in attesa di visitatori che, si spera, accorreranno numerosi nonostante restrizioni varie.

«Grazie alla fiducia e al coraggio degli imprenditori - prosegue Barberis Canonico - Milano Unica farà da apripista, come protagonista del primo evento a porte aperte del nostro settore. Un investimento che rappresenta un segnale di positività, ottimismo e vitalità del made in Italy e di tutto il sistema».

Tornando a parlare degli imprenditori, il presidente di Milano Unica si dice convinto che il loro compito principale sia quello di saper ispirare il mercato, investendo nell'innovazione. «Questa ispirazione - conclude - può costituire la spinta fondamentale verso nuove frontiere di sviluppo creativo ed economico».

«Assistiamo a un forte segnale di ripartenza del sistema fieristico, strumentale alla ripresa delle nostre aziende sui mercati internazionali», osserva Carlo Ferro, presidente dell'Agenzia Ice, ringraziando gli organizzatori e soffermandosi sull'impegno di Ice a fianco delle imprese.

«Da un lato ci concentriamo sull'incoming di visitatori esteri - precisa Ferro - e, dall'altro, confidiamo nel nostro progetto digitale Fiera Smart 365».

Il numero uno di Agenzia Ice cita inoltre la partnership con Simest, che eroga i contributi per la partecipazione alle fiere internazionali in Italia, «in un'azione di sistema coordinata, che mette le risorse a fattor comune per il rilancio del made in Italy. Il lavoro fatto insieme al sistema fieristico in queste settimane darà i suoi risultati. Siamo fiduciosi che Milano Unica, come di consueto, risulterà attrattiva per espositori e buyer, nel rispetto delle disposizioni vigenti per la tutela della salute».

«Scegliamo di esserci - ribadisce Massimo Mosiello, direttore di Milano Unica - per raccontare che ritrovarsi tra le mura di una "casa" costituisce un sostegno concreto alla filiera italiana e conferma che la sostenibilità si esprime anche attraverso il valore di un gesto di unione».

Se la rassegna milanese dei tessuti e degli accessori tessili decide dunque di gettare il cuore oltre l'ostacolo, così come farà a Parigi Première Vision, altre kermesse del comparto hanno fatto un passo indietro: non si farà infatti a settembre Munich Fabric Start a Monaco di Baviera, anche se al suo posto debutterà dall'1 al 3 settembre il nuovo format Fabric Days.

Quanto a Texworld, che in genere si svolgeva in concomitanza con Première Vision a Parigi, puntano su una piattaforma digitale business to business, sviluppata con Foursource, specialista nelle soluzioni digitali applicate al sourcing tessile.
 




a.b.
stats