E FederlegnoArredo annuncia la nuova sede

Salone del Mobile: nuovi format e un omaggio a Leonardo

Nuovi format espositivi, l'omaggio a Leonardo da Vinci a 500 anni dalla morte e l'inaugurazione affidata a un concerto del maestro Riccardo Chailly, sono solo alcune delle novità più rilevanti della 58esima edizione del Salone del Mobile, annunciate oggi dal palco della Triennale di Milano. 

La rassegna internazionale dell'arredamento, che si terrà dal 9 al 14 aprile nei padiglioni di Fiera Milano a Rho, è stata presentata oggi, 14 febbraio, a Milano.

Quest'anno il Salone, che ha stretto un accordo triennale con la Fondazione Teatro alla Scala, si aprirà (l'8 aprile) con il concerto di Riccardo Chailly, che dirigerà le Ouverture di Semiramide e Guglielmo Tell di Gioachino Rossini.

La celebrazione di Leonardo prevede un'installazione dedicata ai suoi studi sull'acqua presso la Conca dell'Incoronata.

«In questo momento di grande successo di Milano - ha spiegato Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile - è importante consolidare la capacità attrattiva di una manifestazione che offre ai visitatori un’ampia gamma di prodotti e occasioni di relazioni internazionali, oltre a opportunità di riflessione sul rapporto tra creatività e impresa».

«L'industria è sana, rappresenta il 5% Pil industriale nazionale. Ci impensierisce la Francia, perché è il nostro primo Paese d'esportazione, con 2 miliardi e mezzo di euro», ha sottolineato Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo, che organizza il Salone del Mobile.

Orsini ha sottolineato che l’arredamento fattura 42 miliardi di euro l’anno e «il 50% va in export». Il 2018 è stato un anno in «cui il settore si è fatto onore », ma ora «il 2019 ci preoccupa», ha dichiarato Orsini.

«Dobbiamo investire in Italia e credere nel nostro Paese e per questo faremo una sede nuova di FederlegnoArredo, che sarà una grande casa per tutti», ha sottolineato Orsini annunciando che sarà Michele De Lucchi a realizzare l’edificio, che sorgerà in zona Portello. I lavori partiranno a settembre, per riuscire a inaugurare la nuova sede nel 2021, quando si celebrerà il 60esimo anniversario del Salone del Mobile.

Tornando al programma del Salone del Mobile, trattandosi di un'edizione da anno dispari, come da tradizione, sarà dedicato alle biennali Euroluce e Workplace 3.0.

Le realtà espositrici segneranno una presenza liquida in tutta l’area fieristica, riflettendo in modo autentico la trasformazione sociale dell’area di lavoro in spazio flessibile, permeabile e dinamico, aperto alla condivisione professionale e alla contaminazione con altre attività quotidiane.

Sugli oltre 205mila metri quadrati di superficie netta espositiva saranno 2.350 gli espositori (il 34% stranieri, escluso il Salone Satellite) e di questi 550 al Salone Satellite.

Per Workplace 3.0 gli espositori supereranno le 1.300 unità per 149.500 metri quadrati di area; per Euroluce ne sono previsti 421, di cui 48% stranieri, su oltre 38.100 metri quadrati.

Nella foto, la presentazione dell'edizione 2019 del Salone del Mobile, con (da sinistra) Emanuele Orsini di FederlegnoArredo, Clauudio Luti, il sindaco di Milano Beppe Sala e Stefano Boeri, presidente della Triennale di Milano.


an.bi.
stats