investimenti retail per il marchio di miniconf

iDO: dopo gli opening a Roma e Milano, nuova location a Thiene

Ha cambiato sede il monomarca iDO di Thiene, in provincia di Vicenza: il nuovo store, più ampio del precedente (106 metri quadri), si trova all'interno del centro commerciale Carrefour ed è dotato di una piccola area giochi digitale con touch screen.

Per il brand di childrenswear, in capo all'azienda toscana Miniconf, questo è un periodo di investimenti nel retail: in risposta a un periodo sfidante, è stato infatti aperto a fine aprile un punto vendita a Roma, il secondo di iDO nella capitale.

Un'apertura che ha rappresentato un importante passo per Miniconf, ma soprattutto un segnale di fiducia nella ripartenza, attraverso un lavoro di squadra improntato all'omnicanalità.

A questo proposito, va ricordato che durante il lockdown la realtà presieduta da Giovanni Basagni ha promosso il progetto digitale Miniconf è al tuo fianco, a favore dei clienti trade e degli affiliati retail, con l'innovativa piattaforma B2B PartnerLab come cardine.

Sono state fornite consulenze relative alle agevolazioni del Governo per le attività commerciali, insieme a consigli, tutorial per la gestione dei canali social, tecniche innovative per mantenere un contatto con i clienti durante la chiusura dei negozi e un call center attivo tutti i giorni.

Ai primi di marzo era stato messo a segno un altro opening iDO: un flagship in corso Buenos Aires, nodo nevralgico dello shopping milanese e seconda via a più alto traffico commerciale in Europa.

iDO, insieme a Sarabanda che è l'altra label di punta di Miniconf, espone la collezione SS 2021 su Pitti Connect, la piattaforma digitale di Pitti Immagine, in attesa di tornare al salone fisico il prossimo gennaio.

"Immaginiamo un'edizione che si sviluppi su un modello radicalmente differente, in cui la leva digitale sia centrale e permetta di introdurre soluzioni nuove", ha detto Simona Luraghi, managing director di Miniconf, in un articolo pubblicato nelle pagine 58-61 dell'ultimo numero di Fashion, aggiungendo che "avremo fatto tesoro dei nuovi flussi e delle modalità di presentazione e vendita delle collezioni che stiamo sperimentando oggi, attraverso Pitti Connect e investendo noi, come azienda, in tool avanzati, tra cui un catalogo multimediale con contenuti in 3D".

Nel pezzo è stata riportata una carica errata della manager, definita chief global markets & brands officer. Ce ne scusiamo con l'azienda e con la diretta interessata (nella foto, il negozio iDO di Thiene).
A cura della redazione
stats