Investimento da 47 milioni di euro

Yoox Net-A-Porter inaugura il centro di Landriano

Apertura ufficiale, ieri 20 settembre, per il nuovo centro distributivo di Yoox Net-A-Porter (Ynap) a Landriano, in provincia di Pavia. Come riportano i media locali, ha una superficie di oltre 54mila metri quadrati e, all’avvio, impiega 400 persone che possono salire a 600 nei momenti di picco di lavoro.

Da Landriano la società che accorpa le attività nel fashion e-commerce di Richemont potrà consegnare 4 milioni di pacchi l’anno. La sede include anche attività non esclusivamente legate alla logistica come la produzione digitale di contenuti visivi.

«Questo è un punto di riferimento di lusso», ha detto Geoffroy Lefevre, ceo di Ynap dallo scorso novembre, alla sua prima apparizione pubblica.

«Servirà ogni cliente nel mondo ed è la testimonianza della continua evoluzione della nostra strategia distributiva». Infatti il centro migliora la visibilità dell’inventario e la disponibilità dei prodotti, «contribuendo a un’esperienza cliente più impressionante».

Si tratta di uno degli investimenti più significativi di Ynap in Italia, pari a 47 milioni di euro.

«Stiamo investendo sul talento italiano - ha precisato Lefevre - alzando l’asticella e ponendo le basi per una visione a lungo termine. L’Italia è al centro del gruppo, Yoox è nato in Italia e qui siamo vicini a Milano: questo grande centro logistico è stata la scelta più ovvia».

Questo polo servirà tutti i clienti dell’e-commerce di lusso Net-a-Porter e della piattaforma online dedicata al menswear Mr. Porter, oltre ai clienti di marchi come Giorgio Armani e Valentino che hanno deciso di intraprendere una strategia di sviluppo sinergico dei propri canali distributivi, fisici e digitali, con Ynap.

L'inaugurazione italiana arriva in un momento particolarmente dinamico per il business dell'e-commerce della holding elevetica Richemont (Watchfinder tra le altre piattaforme in portafoglio). Nel primo trimestre fiscale terminato in giugno le vendite si sono attestate a 809 milioni di euro, in aumento del 67% a cambi costanti, rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 29% nel confronto con l’analogo periodo pre-pandemia. 

e.f.
stats