Ipotesi di pubblicità occulta

Aeffe-Alitalia: l’Antitrust avvia un’istruttoria

L’Antitrust avvia un’istruttoria nei confronti di Alitalia, Aeffe e alcuni influencer per una possibile pubblicità occulta.

Come riporta l’agenzia Reuters, la decisione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato rientra nell’ambito di una campagna di moral suasion che riguarda l’influencer marketing sui social media.

L’Antitrust, che ha compiuto ispezioni nelle sedi delle due società, contesta «la possibile diffusione, mediante social media, di pubblicità non riconoscibile in quanto tale», e in particolare «la diffusione sul profilo Instagram di diversi influencer di post nei quali appare inquadrato il logo Alitalia impresso sui capi di abbigliamento a marchio Alberta Ferretti, indossati dagli stessi».

Il marchio Alberta Ferretti, in portafoglio ad Aeffe, è legato ufficialmente ad Alitalia, perché realizza le divise del personale di volo e di terra, presentate lo scorso giugno durante la settimana milanese della moda uomo.

In parallelo Alberta Ferretti ha lanciato online una capsule collection composta da maglie, felpe e T-shirt con il logo della compagnia tricolore, attualmente in amministrazione straordinaria (nella foto dall’account Instagram di Alberta Ferretti).

Già in luglio l'Unione Nazionale Consumatori aveva segnalato la possibile pubblicità occulta all'Antitrust, citando volti noti come Alessia Marcuzzi, Martina Colmbari e Federica Fontana, che avevano postato foto con indosso la T-shirt Alberta Ferretti con logo Alitalia, ma senza indicare che si trattava di un prodotto sponsorizzato (per esempio con l’hashtag #ad o #advertising).

e.f.
stats