La Gen Z sotto la lente di BNP Paribas Cardiff

I Centennials italiani preferiscono lo shopping in negozio

Un’indagine commissionata dalla compagnia assicurativa Bnp Paribas Cardiff traccia un profilo dei Centennials italiani, abitudini di consumo incluse.

Dalla ricerca Generazione Z: un futuro che guarda al passato, presentata ieri a Milano, emerge che i giovani fra i 14 e i 24 anni, specie le donne, preferiscono lo shopping esperienziale in negozio (40% del campione) a quello online (34%).

Tra gli e-shopper, quasi l’80% acquista beni fisici (come abbigliamento ed elettronica), mentre il 54% compra servizi.

Chi influenza maggiormente questo target negli acquisti? Soprattutto gli amici (lo dice il 43% dei partecipanti al sondaggio) e la famiglia (37%), mentre solo il 23% cita gli influencer della Rete e un altro 21% i blogger, sorpassati anche dai personaggi dello spettacolo (35%) e dagli sportivi (30%). Oltre il 40% si sente capace di influenzare gli altri negli acquisti.

Lo smartphone è il device per eccellenza (per il 93% del campione), in alternativa c’è il laptop (75%). Solo un intervistato su cinque sceglie lo smartwatch (in gran parte maschi).

Le App più utilizzate sono quelle per vedere video e ascoltare musica, mentre quelle per fare acquisti sono al terzo posto.

A proposito di social media, spiccano WhatsApp (per l’89% degli interpellati) e Instagram (82%), seguiti da Facebook (72%). I post Millennials tuttavia non sono eccessivamente attivi: il 35% dice di consultarli raramente, contro un 32% che si definisce particolarmente attivo.

La maggior parte è poco consapevole e interessata alla reputazione digitale. Però si tratta di una generazione inclusiva, attenta all’ambiente e aperta alla diversità.

La survey è stata condotta da AstraRicerche nel mese di marzo 2019 su un campione di popolazione compresa fra i 14 e i 24 anni, per un totale di 1.023 interviste, il 48% donne e il 52% uomini.

Il 55% ha un’età compresa fra i 19 e i 24 anni e il resto si colloca fra i 14 e i 18 anni. Il 25% vive nel Nord-Ovest, il 18% nel Nord-Est, il 23% al Centro e il 34% al Sud.

e.f.
stats