La new wave dei buyer italiani

Ercole Cellino: «Lo store uomo e l'e-shop per far conoscere Il Duomo ai Millennials»

Ercole Cellino ha scelto di festeggiare con un grande evento il suo primo anno alla guida de Il Duomo, il multimarca nel centro di Novara rilevato nel 2017 dalla famiglia Greppi. Un party che ha richiamato oltre 300 ospiti, compresi molti responsabili wholesale delle grandi griffe e che è stato l'occasione per il giovane imprenditore di fare un primo bilancio della nuova attività.

«Abbiamo portato a tre il numero di negozi con insegna Il Duomo, inserendo uno spazio tutto dedicato al menswear, e creato ex novo una piattaforma e-commerce, già online ma che sarà lanciata ufficialmente nel 2019», fa il punto Cellino.

Ma il risultato di cui va maggiormente fiero è quello di essere riuscito a convincere i Millennials piemontesi a inserire Novara nei loro tour dello shopping. «Da subito - racconta Cellino - mi ero dato come obiettivo di ringiovanire la clientela delle boutique, senza trascurare gli habitué».

Risultato ottenuto grazie alla brand list dei negozi (donna, accessori e uomo), che comprende nomi consolidati come Gucci, Balenciaga, Jil Sander, Jimmy Choo, Gianvito Rossi, Saint Laurent, Miu Miu, Missoni e Max Mara, ma anche marchi outsider come Gcds, Carolina Santo Domingo, Kappa Kontroll, Oamc, Cottweiler

«Non stacco mai lo sguardo da Instagram - commenta Cellino - perché è lì che si fa ricerca oggi». Un approccio 4.0 al mestiere di buyer, che sta premiando anche dal lato commerciale: all’epoca dell’acquisizione Il Duomo fatturava circa 5 milioni. «Anche da questo punto di vista stiamo facendo passi avanti», conclude Cellino.
an.bi.
stats