lanciato l'hashtag #strongertogether

Confindustria Moda: «I saloni di settembre strategici per la ripartenza»

Fare sistema, un imperativo ricorrente di questi tempi, che per le fiere in capo alle associazioni aderenti a Confindustria Moda significa rimettersi in gioco a partire da settembre.

Un comunicato anticipa un calendario fisico fitto di appuntamenti: si parte con Milano Unica l'8 e il 9, per proseguire dal 20 al 23 settembre con Micam Milano sulla calzatura, Mipel sulla pelletteria e TheOneMilano Special (prêt-à-porter in pelle, tessuto e pelliccia) e, dal 22 al 23, con il nuovo format di Lineapelle, A New Point of View. Per tutti un'unica location, Fieramilano Rho (dove dal 19 al 22 settembre va alla ribalta anche Homi Fashion&Jewels).

Sempre dal 19 al 21 settembre è in programma alla Leopolda di Firenze DaTE, evento di nicchia sull'occhialeria d'avanguardia, alla cui organizzazione contribuisce Mido, manifestazione internazionale dell'eyewear.

«Oggi più che mai è importante per Confindustria Moda difendere il patrimonio di conoscenze e l'eccellenza che caratterizza i settori che la rappresentano - commenta il presidente Claudio Marenzi -. Siamo accanto alle aziende attraverso iniziative concrete di tutte le nostre associazioni, ma l'organizzazione delle rassegne fieristiche resta il fulcro del nostro impegno. Guardiamo agli eventi di settembre come a un punto di svolta che, anche se con gradualità, ci potrà guidare verso un nuovo corso».

«Il sistema delle fiere rappresenta la vera e concreta opportunità per il sistema produttivo e l'export - aggiunge Enrico Pazzali, presidente di Fondazione Fiera Milano -. Perciò è stata avviata e lanciata una serie di iniziative volte ad agevolare il finanziamento alle imprese che investono nella partecipazione ai saloni, coinvolgendo anche il settore bancario nella ripartenza del sistema Paese, che ha nelle Pmi la spina dorsale del sistema industriale nazionale».

A questo proposito, va ricordato che sono 64mila le aziende del made in Italy - associate a Smi, Assopellettieri, Aip, Anfao, Assocalzaturifici, Federorafi e Unic - rappresentate da Confindustria Moda, con un fatturato pari a 98 miliardi di euro, di cui più del 69% realizzato con l'export, e oltre 575mila addetti (dati preconsuntivo 2019). 

«Come Ice Agenzia - informa il presidente Carlo Ferro -  ci impegniamo rafforzando la nostra azione sull'incoming alle kermesse e il nuovo progetto Fiera Smart 365, che innestando il digitale sulla componente fisica della fiera, consentirà alla manifestazione di vivere 365 giorni l'anno. Siamo, più in generale, fortemente impegnati nel digitale e nell'e-commerce, attraverso un piano di accordi con numerosi marketplace: l'obiettivo è portare le imprese italiane in 59 iniziative in 28 Paesi del mondo, con la consapevolezza che le abitudini di consumo, soprattutto delle nuove generazioni, non conoscono confini tra online e offline» (nella foto, un'immagine di Micam Milano).

a.b.
stats