L’APERTURA A GENNAIO 2021

Best Showroom si allea con Greenland Group: al via un maxi hub per il made in Italy in Cina

Best Showroom, la compagine associativa che riunisce showroom milanesi e italiane costituita recentemente nell'ambito di Confcommercio Milano, annuncia di aver stretto, grazie all’imprenditore Giulio Di Sabato, un accordo strategico con il colosso cinese Greenland Group.

Grazie al deal, il gruppo al numero 171 della classifica Fortune delle 500 aziende più grandi al mondo, aprirà nel 2021 lo spazio G Hub a Shanghai, proprio di fronte alla sede della fiera dell’import CIIE.

Di Sabato, già a capo di Assomoda e titolare della fashion showroom Sari Spazio a Milano, è stato nominato presidente di Best Showroom e collaborerà con Greenland come ideatore e promotore della sezione moda del gruppo per l’Italia e l’Europa.

Il nuovo progetto G Hub a Shanghai prevede da un lato l’apertura di una showroom di distribuzione B2B attiva per l’intero territorio cinese, garantendo così a designer italiani, nuovi talenti e piccole e medie imprese artigiane d’alta gamma l’ingresso in questo importante mercato. Dall’altro, la nascita di un concept store di eccellenze italiane, tra moda, design e food, nella cornice del Bund, insieme alla programmazione di aperture di corner, shop in shop e negozi monomarca. Questi ultimi saranno localizzati in un mall di 30mila metri quadrati, all’interno di un’area di sviluppo di un milione e 200mila metri quadrati, che comprende spazi residenziali, commerciali e alberghi.

Di Sabato - che è membro del Consiglio Direttivo di Confcommercio Milano e già alcuni anni fa aveva ideato e lanciato il progetto Best Showroom, poi maturato nel 2020 con l'adesione di un primo gruppo di circa 20 realtà milanesi e con la partecipazione di sistema MilanoLovesItaly - è così il primo presidente della compagine associativa. Con il supporto organizzativo di Confcommercio, l'associazione punta a creare un Direttivo nazionale con la presenza delle migliori showroom attivie sul territorio italiano, ma caratterizzate da una chiara propensione ai mercati esteri, leva strategica considerata requisito essenziale anche per poter aderire all'associazione.

«La Cina - spiega Di Sabato - rappresenta oggi l'unico vero mercato per il made in Italy, un’economia ricettiva e ormai più che pronta a superare il concetto di griffe e di marchi blasonati per entrare in contatto con i new brand e i new talent, purché si tratti di prodotto italiano bello e ben fatto».

A breve, Best Showroom convocherà con una conference call su invito una riunione per illustrare il progetto “Italia-Cina" e altre iniziative a supporto delle showroom che verranno portate avanti con Regione Lombardia e Confcommercio. Inoltre, l’impegno dell’associazione riguarda anche lo sviluppo in Russia e in Medio Oriente, dove il neo presidente ha avviato alcuni significativi progetti che, rinviati a causa della pandemia, saranno ripresi nel 2021.

«Mi fa piacere ricordare – conclude Di Sabato - che i soci di Best Showroom sono anche associati a Confcommercio e possono così usufruire di un notevole numero di convenzioni e di servizi finalizzati al risparmio e alla valorizzazione aziendale, senza dimenticare l'attività di lobbing svolta dall'organizzazione che ha già consentito di ottenere forti sconti sulla Tari e, più recentemente, l'estensione agli agenti moda dei contributi a fondo perduto previsti dai DPCM Ristori».

a.t.
stats