l’app copia il modello wechat

Zuckerberg punta su WhatsApp per uscire dalla crisi: primi test per fare shopping in chat

Dato il brusco calo di iscrizioni e attività su Facebook e la crisi di interesse verso Instagram che paga la concorrenza di TikTok, Mark Zuckerberg sembra aver scelto di puntare modo deciso sull'ampliamento delle funzionalità di WhatsApp per risollevare i conti, in affanno, di Meta.

L’obiettivo sarebbe potenziare l’app, recentemente trascurata, per trasformarla nella Wechat occidentale. Secondo quanto riferito dai media americani, il cambio di rotta strategico è stato annunciato dal fondatore di Facebook ai suoi dipendenti nel corso di una riunione.

«La messaggistica commerciale sarà probabilmente il prossimo grande pilastro della nostra attività. Stiamo lavorando per monetizzare maggiormente WhatsApp», avrebbe dichiarato l’imprenditore, illustrando come vede il futuro della piattaforma di messaggistica.

Zuckerberg non mira a rendere a pagamento l’app, ma a trasformarla in uno strumento di commercio elettronico attraverso l’introduzione di apposite chat commerciali. I primi test sono già in corso: Colombia, Indonesia, Messico e Regno Unito soni i Paesi dove Meta avvierà una nuova sperimentazione commerciale su WhatsApp.

Gli iscritti alla piattaforma di messaggistica potranno infatti ricercare aziende di vario tipo in un apposito menu dell'app - una sorta di elenco online -, senza dover prima trovare su Internet contatti e indirizzi.

In aggiunta, solo per il Brasile, gli utenti avranno l'opportunità di comprare prodotti e servizi delle imprese presenti, selezionandoli da un catalogo e usando metodi di pagamento supportati. La sperimentazione era già partita in India.

«Lanciamo la possibilità di trovare un'azienda direttamente su WhatsApp per consentire alle persone di cercare le attività per categoria o per nome - spiega la società -. In questo modo non dovranno più cercare il numero di telefono sui siti web o salvarlo tra i propri contatti. Vogliamo che le persone possano effettuare pagamenti sicuri da una chat con la propria carta di credito o di debito».

Il modello di riferimento di Zuckerberg è dunque, come si diceva, la super app WeChat sviluppata da Tencent, che negli anni si è evoluta da app di messaggistica a strumento multiuso (chat, social network, pagamenti digitali, ecommerce) usato da oltre 1 miliardo di utenti registrati.

an.bi.
stats