le stime del ceo nicolas houzé

A Galeries Lafayette il Covid costerà un miliardo di euro

Il Covid-19 sta colpendo duramente Galeries Lafayette. Mentre il flagship su boulevard Haussmann a Parigi (nella foto) ha riaperto in ritardo rispetto alla media degli altri negozi francesi e quindi deve recuperare il tempo perduto, quello sugli Champs-Elysées, di dimensioni molto più ridotte, può trarre un primo bilancio a quasi un mese dalla riapertura.

Bilancio che, come ha spiegato il ceo Nicolas Houzé in un'intervista a radio Bfm, è tutt'altro che positivo. 

Houzé ha calcolato un calo di traffico instore pari al 20% rispetto ai tempi "normali", anche perché gli orari di apertura non sono ancora a pieno regime. 

Ma la cifra più impressionante che ha citato è quella relativa all'impatto economico della pandemia sul business del gruppo, che Houzé valuta intorno al miliardo di euro.

Il manager non prevede, infatti, che i turisti torneranno tanto presto («Non li vedremo prima del prossimo anno») e questo significa una perdita di più di metà del fatturato per il negozio pilota in boulevard Haussmann.

Intanto sugli Champs Elysées parecchi punti vendita sono tuttora chiusi e anche i clienti locali non sono invogliati a tornare in questa che è una delle principali mete dello shopping nella capitale francese, già provata nel recente passato dalle manifestazioni dei gilet gialli.

Galeries Lafayette si sta dunque confrontando con le banche e il Governo per ottenere un prestito di circa 300 milioni di euro.

a.b.
stats