OPENING NEL 2022

La crisi sanitaria sposta gli investimenti in Asia: terzo negozio cinese per Galeries Lafayette

Di fronte a consumi in stallo in Europa, causa Coronavirus, marchi e insegne della moda guardano alla Cina, dove lo shopping sembra recuperare posizioni più rapidamente.

È il caso di Galeries Lafayette, che ha appena firmato un contratto di locazione per l’apertura del suo terzo store in Cina, prevista nel 2022: lo stesso anno in cui, prima della pandemia, si prevedeva lo sbarco a Milano all'interno del Westfield Mall. Un progetto faraonico, quest'ultimo, congelato dall'emergenza ancora in atto.

Il negozio sorgerà all’interno dello shopping mall D. Place di Guiyang, capitale della provincia di Guizhou, e rappresenta il terzo step di espansione di Galeries Lafayette nella terra del Dragone, dopo gli opening di Pechino e Shanghai.

L’insegna francese è da anni che ha avviato una strategia di sviluppo internazionale (sono 61 i negozi nel mondo), ma il protrarsi dell’emergenza sanitaria ha suggerito di accelerare le tappe degli investimenti oltreconfine.

Basti pensare che nel giugno scorso il ceo Nicolas Houzé aveva parlato di una perdita, per lo store sugli Champs-Elysées, pari a un miliardo di euro.

a.t.
stats