Mediobanca-Osservatorio Compass

Black Friday più magro per gli italiani. Il budget scende a 284 euro, rispetto ai 306 del 2019

Dopo il tentativo andato a vuoto di far slittare la data per avvantaggiare i negozi fisici italiani penalizzati dalle restrizioni, il Black Friday entra oggi, 27 novembre, nella giornata clou, ma le offerte speciali sono iniziate da parecchi giorni e si protrarranno fino al 30 novembre (Cyber Monday).

Secondo lOsservatorio Compass, il budget medio previsto dagli italiani scenderà rispetto allo scorso anno, in linea con la riduzione dei consumi dovuta alla pandemia. 

Compass, società di credito al consumo di Mediobanca, ha realizzato l’Osservatorio tenendo conto di un’indagine Bva Doxa svolta su un campione della popolazione italiana di età compresa tra i 18 e i 70 anni tra il 9 e il 12 novembre e su un sondaggio effettuato in questo mese dall’Istituto Piepoli, relativo a un campione composto da 400 suoi convenzionati attivi in settori come elettronica, arredamento, auto/moto e altri.

Dalla ricerca è emerso che il 65% degli italiani (in prevalenza giovani, uomini e con figli) ha intenzione di effettuare un acquisto in questo periodo di sconti e promozioni. Un evento che ha una duplice valenza, dal momento che dal 59% degli interpellati è visto come un’occasione per concedersi un bene/servizio, che altrimenti non ci si sarebbe potuto permettere, mentre per il 50% rappresenta l’occasione per anticipare i regali di Natale. 

L’82% delle persone intenzionate a comprare si è organizzata per sfruttare ogni occasione di shopping: il 40% ha seguito nei giorni precedenti l’andamento dei prezzi dei prodotti di interesse, il 34% ha visitato con assiduità il sito online del negozio o del brand.

Tra chi farà shopping il canale privilegiato è l’online (84%), ma anche il retail fisico tiene, nonostante il parziale lockdown, dal momento che viene scelto dal 42% degli interpellati, quota che sale al 49% per gli over 55. 

Il 27% dei partecipanti si è dato un budget massimo di spesa, a ulteriore conferma dell’attenzione altissima verso i fattori economici in questo momento. In particolare il budget medio previsto è di 284 euro, in diminuzione rispetto allo scorso anno (306 euro), a causa della riduzione dei consumi dovuta alla crisi in atto. 

Il 27% degli intervistati dichiara di aver intenzione di spendere fino a 150 euro e oltre il 30% includerà la spesa nel budget dedicato agli acquisti di Natale.  

A proposito del Natale, per otto italiani su dieci sarà una festività diversa rispetto al passato, più triste e sobria. Il 60% prevede un periodo più dedicato alla famiglia e alle persone care. 

Come prevedibile, gli intervistati hanno espresso un giudizio negativo in merito alla situazione economica del Paese, in peggioramento rispetto al 2019 (79%). Per quanto riguarda la propria situazione famigliare le opinioni sono negative, ma non altrettanto estreme (46%), in particolare per le donne e per i lavoratori autonomi. 

Nel 2020 sette italiani su dieci dichiarano di avere dovuto rimandare un progetto: il 46% un viaggio o una vacanza, il 16% la ristrutturazione della casa e l’acquisto di auto/moto. I soldi stanziati per queste iniziative sono stati generalmente impiegati per le spese quotidiane e solo l’8% li ha destinati ad altri progetti. Rimane fondamentale il risparmio del budget (21% di chi ha rimandato un progetto), soprattutto per le fasce di popolazione più mature. 

Per quanto riguarda il 2021, il futuro economico del nostro Paese suscita apprensione nel 41% degli italiani, ma un terzo si aspetta un anno migliore. La maggioranza si aspetta che la propria situazione economica famigliare resti stabile.

L’outlook è negativo per gli esercenti coinvolti, che hanno riscontrato una discesa delle vendite incredibile nella seconda parte dell’anno rispetto al 2019, che pur non aveva evidenziato valori positivi. Oggi il saldo è passivo per oltre quattro aziende su dieci. E non andrà meglio nel 2021: la maggioranza teme vendite addirittura inferiori.

c.me.
stats