MICAM, MIPEL, THEONEMILANO, HOMI

I saloni #BetterTogether schierano 1.400 marchi

Saranno complessivamente 1.400 i brand presenti ai saloni contraddistinti dall'hashtag #BetterTogether, ossia Micam (calzature), Mipel (pelletteria) e TheOneMilano (haut-à-porter), in programma dal 13 al 15 marzo a Fieramilano Rho, mentre Homi Fashion&Jewels si colloca dall'11 al 14.

Le manifestazioni, presentate stamattina a Milano, «rappresentano uno dei più importanti appuntamenti fieristici a livello internazionale», come sottolinea Alessia Cappello, assessore allo Sviluppo Economico di Palazzo Marino.

Non solo: formano una grande vetrina del made in Italy a uso e consumo dei buyer stranieri, in un momento di ripresa degli scambi con l'estero, consentita anche dai provvedimenti governativi sui "corridoi verdi" per gli operatori in possesso di vaccinazioni non Ema.

Purtroppo c'è il rovescio della medaglia. A causa della guerra in Ucraina c'è il fondato timore di una defezione soprattutto dei compratori dell'ex Csi, area di vitale importanza soprattutto per il calzaturiero.

Alcuni giorni fa Siro Badon, presidente di Micam e di Assocalzaturifici, ha lanciato un grido d'allarme: «La situazione è critica e se non si sblocca - ha affermato - al di là dell'aspetto umanitario, prevalente su tutto, il nostro sistema produttivo potrebbe ricevere un colpo durissimo».

La Russia, ha sottolineato Badon, «rappresenta uno dei mercati di riferimento per il comparto, con 3 milioni di paia di scarpe acquistate, un fatturato pari a 220 milioni di euro e una crescita nell’ultimo anno del 9%. L’Ucraina, che importa 400mila paia di calzature italiane per un valore di 30 milioni di euro, ha registrato una +16%».

Si spera nella risposta positiva di altri mercati anche grazie alla sinergia con Ice Agenzia, che convoglierà su Micam oltre 100 operatori internazionali tra compratori e giornalisti da Europa, Africa, Usa, Canada, Sud Est asiatico e area del Giolfo.

La kermesse delle calzature presenta 821 marchi, ma anche eventi e spazi tematici: tra questi la nuova sezione Micam Green al padiglione 7, che sarà il trampolino di lancio di Vcs (Verified and Certified Steps), etichetta di certificazione di proprietà di Assocalzaturifici, studiata per l'industria settoriale che punta ai più elevati standard ambientali e destinata a diventare un simbolo riconosciuto da buyer, operatori e istituti finanziari. Focus inoltre su 10 Emerging Designers, mentre il fulcro dell'innovazione sarà la sezione Micam X.

Fra le label di ritorno a Micam sono da segnalare Bikkembergs, Frau, Jeep, Nerogiardini, Nine West e Wrangler.

Sono più di 100 i brand al Mipel, giunto alla 121esima edizione, tra realtà della pelletteria affermate e nuove (cui è dedicata l'area Scenario). Una novità è la collaborazione con Mirta: al marketplace degli artigiani di lusso, ora anche in versione B2B con Mirta Wholesale, viene dedicato uno spazio con una selezione degli artigiani attivi sulla piattaforma. Mirta è anche coinvolta in momenti di intrattenimento: talk, interviste, masterclass. 

Quanto a TheOneMilano, presenta 90 collezioni da 11 Paesi, focalizzandosi sul made in Italy e il suo saper fare, in collaborazione con Confartigianato e con il contributo del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, oltre che di Ita/Ice. Cuore pulsante della kermesse è infatti l'area Slow Fashion Manifesto: le competenze visibili.

Per finire, Homi Fashion&Jewels: la manifestazione dedicata ai bijoux, al gioiello trendy e agli accessori moda, punta su 376 brand, di cui il 37% da oltreconfine, ed è lo specchio di un comparto che nel 2021 ha ripreso quota nell'export (+11,5%, dopo il -14,7% del 2020), il cui valore si aggira sui 3,5 miliardi di euro.

Tra gli hot topic di Homi Fashion&Jewels l'osservatorio sulle macrotendenze future (gli anni Venti e una corrente più inclusiva e intimista), realizzato con Polidesign e l'esposizione #Befree, che porta alla ribalta le creazioni di oltre 150 tra designer e brand affermati del settore Jewels.

All'incontro di stamattina sono intervenuti Luca Palermo (a.d. di Fiera Milano), Siro Badon, Franco Gabbrielli (presidente di Mipel e Assopellettieri), Norberto Albertalli (presidente di TheOneMilano) e il direttore della nostra testata, Marc Sondermann.

Nella foto, un'immagine associata alla nuova edizione di TheOneMilano

A cura della redazione
stats