Milano si conferma capitale del design

L'exploit del Salone del Mobile in presenza: oltre 262mila visitatori

La 60esima edizione del Salone del Mobile.Milano si è chiusa all'insegna di risultati definiti dagli organizzatori «oltre le aspettative», a quota 262mila presenze in sei giorni, con visitatori provenienti da 173 Paesi.

«È stata un successo internazionale ed è grande la soddisfazione per aver superato le attese – commenta la presidente Maria Porro -. Le presenze rappresentano un risultato eccezionale, per il quale abbiamo lavorato tanto. Questa edizione ha confermato il respiro worldwide della manifestazione e la coesione della comunità del design».

Il 61% di operatori di settore e buyer provenivano dall'estero. Quasi totale la mancanza di cinesi e russi che, nel 2019, contavano più di 42mila presenze. Oltre 3.500 i giornalisti accreditati da tutto il mondo.

I risultati ottenuti dalla rassegna, come spiega Maria Porro, dimostrano «lo stato di salute e il contenuto valoriale del Salone del Mobile, a riprova di come la capacità di lavorare in squadra di un intero settore e del suo tessuto creativo e produttivo possano produrre eccellenza, con grandi risultati anche nei momenti più complessi a livello internazionale». 

Cruciale sia il contributo di Ice, «che ci ha supportato nell’apertura verso nuovi mercati», sia il ruolo del digitale, che «in questa settimana, come nei mesi precedenti, ha permesso sia di entrare in contatto con nuovi Paesi, sia di mantenere saldo il rapporto con chi non ha potuto raggiungerci».

2.175 sono stati i brand espositori, di cui il 27% esteri, tra cui 600 giovani designer. 

 

A cura della redazione
stats