Nel 2018 la crescita era del 3%

Calma piatta per la moda italiana: +0,2% nei primi tre mesi del 2019

Brusca frenata per il settore della moda italiana nel 2019: nel primo trimestre la crescita del fatturato è stata di appena +0,2% dopo un decennio di espansione intorno al 3% annuo.

A mettere il luce il rallentamento (momentaneo) del made in Italy è stato il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa, durante la conferenza stampa di presentazione della prossima edizione di Milano Moda Uomo (14-17 giugno).

«Non è detto che l'anno prosegua con questo trend. Nel 2018 eravamo partiti bene, mentre la seconda parte dell'anno era stata più dura. Speriamo che il 2019 migliori strada facendo», ha detto Capasa, che ha individuato nelle tensioni internazionali sul commercio tra le cause che hanno rallentato un comparto industriale da sempre trainato dalle esportazioni.

Un rallentamento «che non possiamo ignorare» e che rafforza l’appello lanciato oggi al governo di non alzare l’Iva sul settore.

«Sento parlare di aumenti dell’Iva per alcuni comparti specifici. Mi auguro che non si pensi alla moda, la seconda industria italiana e la prima per export. Ammazzare la gallina perché fa uova buone non mi sembra una scelta intelligente», ha dichiarato il presidente della Cnmi.

an.bi.
stats