Nel 2020 il lancio del denim sostenibile

Essentiel Antwerp si espande e arruola Virginie Morobé per le scarpe

Il womenswear Essentiel Antwerp vuole ampliare il network retail in Regno Unito e Germania. Con il wholesale, invece, punta agli Usa.

Il brand belga fondato dalla coppia Inge Onsea ed Esfan Eghtessadi (moglie creative director, marito ceo), che in settembre presenterà la collezione primavera-estate 2020 al White, nel Tortona district, sta muovendo i primi passi a Londra, dove lo scorso marzo ha aperto un monomarca di circa 185 metri quadrati in Sloane Square, che ospita anche le colorate collezioni di accessori.

«La Gran Bretagna - osservano dalla fashion house - sta mostrando un grande potenziale dall’opening del nostro primo store e vorremo espanderci ulteriormente a Londra».

«La Germania - aggiungono - è un grande mercato per Essentiel Antwerp e questo sarà evidenziato con l’opening di una boutique a Düsseldorf ai primi di settembre 2019».

L’espansione wholesale invece sta prendendo la rotta degli Stati Uniti, attraverso agenti americani.

Complessivamente la label ha all’attivo 55 negozi gestiti direttamente e 900 wholesaler nel mondo che nel 2018 hanno permesso un fatturato di circa 55 milioni di euro. A completare il quadro ci sono pure le vendite online: «Un vero e proprio boom, anno per anno, che sarà accompagnato da una maggiore ottimizzazione dei processi».

Sul fronte prodotto da Anversa prospettano una serie di «sorprese» che saranno svelate nel corso del 2020 tra cui una denim line di cui, per ora, si sa che sarà prodotta da un’azienda sostenibile. In programma anche il lancio di una serie di capsule collection.

Ufficializzata in questi giorni, invece, la collaborazione con Virginie Morobé, fondatrice del marchio di footwear Morobé. Dalla Fall-Winter 2019 le calzature del brand saranno ideate dalla designer belga e realizzate in Portogallo con il marchio Essentiel Antwerp (nella foto, alcuni modelli).
e.f.
stats