Nello spazio ex Tod's

Hermès: un temporary di 600 mq per ridare fiducia a via Spiga

In via della Spiga a Milano sono sempre più numerose le vetrine oscurate (si parla di circa 70), ma a dare un po' di ossigeno alla strada del Quadrilatero ci pensa Hermès, che ha appena aperto uno temporary store di 600 metri quadrati sue tre piani al civico 22.

La griffe francese ha infatti momentaneamente chiuso il flagship store di via Montenapoleone per lavori di ristrutturazione e si è trasferita nello spazio occupato in passato da Tod's (che nel frattempo ha aperto in Montenapoleone).

Il cambio di location perdurerà fino all'inizio dell'estate del 2021, quando Hermés riaprirà la boutique di Montenapoleone, che verrà ampliata grazie all'aggiunta di un piano per la vendita.

La presenza, seppur temporanea, di Hermès è una delle poche notizie positive riguardanti via della Spiga, che ha perso inquilini importanti come Moncler junior, Dolce&Gabbana, Blumarine, Krizia, Porsche Design e Tory Burch.

Ma le new entry, che fanno sperare in una rapida inversione di tendenza, oltre a Hermès riguardano anche Alexander McQueen (con ingresso su via Sant’Andrea) e Jusbox Perfumes.

Ma le vere novità in via Spiga arriveranno tra qualche mese quando finiranno i lavori di ristrutturazione di due immobili attualmente vuoti: Palazzo Garzanti al civico 30 e l'ex palazzo di Dolce & Gabbana al civico 26, entrambi al centro di progetti riqualificazione che prevedono l'apertura di nuovi punti vendita.



Via Spiga, nonostante la momentanea crisi, continua a ospitare maison del lusso come Tiffany&Co., Prada, Chloé, Miu Miu, Sportmax, Lanvin e due tra i multimarca più importanti di Milano, GioMoretti e Dantone.

 

an.bi.
stats