netcomm forum

Il digitale trasforma l'export in internazionalizzazione

Non solo esportare ma diventare aziende globali, presenti simultaneamente su tutti i mercati. Per l'internazionalizzazione delle imprese il digitale rappresenta un nuovo volano. Questo il tema di ieri (31 maggio) a Netcomm Forum, nel corso di un workshop moderato da Giulio Finzi, senior partner di Netcomm Services.

 

«Il mercato italiano è attraversato da grandi cambiamenti – ha affermato Leonardo Pecchioli, ceo e founder di Keros Digital –. Le imprese del nostro territorio hanno capito l'importanza di internazionalizzare gestendo l'e-commerce in prima persona, senza affidarlo in outsourcing, come erano solite fare in precedenza».

 

Un obiettivo reso possibile da soluzioni digitali semplici ma efficaci, che permettono all'azienda di gestire in autonomia processi sofisticati. Come ha ricordato Pecchioli a margine dell'evento, «la piattaforma e-commerce e omnichannel distribuita da Keros è accessibile via cloud e permette di gestire senza l'intervento di programmatori tutte le fasi della vendita online, tra cui la differenziazione di contenuti per Paese, la personalizzazione delle promozioni e la navigazione completa senza vincoli legati alle diverse lingue».

 

Anche Ice-Agenzia, organismo governativo che si occupa della promozione all'estero e dell'internazionalizzazione di imprese italiane, ha raccolto la sfida del next retail, mettendo a punto una strategia promozionale omnichannel - illustrata dal direttore generale Piergiorgio Borgogelli - che punta all'accesso ai mercati esteri attraverso i canali digitali. Si tratta di promozioni sui maggiori marketplace esteri, accordi con i principali e-tailer globali per il go2market su mercati target, intese con le catene retail online e, non ultime, attività di formazione sull'export digitale.

 

Paolo Peronidi Rödl&Partner ha sottolineato la necessità di verificare gli ordinamenti locali da parte delle aziende che distribuiscono in Europa, principale mercato per l'e-commerce italiano, in quanto accanto a regole comuni coesistono le specificità di ogni Paese.

 

Occorre tenere conto degli aspetti regolatori di ogni tipologia di prodotto da commercializzare, «in un contesto competitivo dove la logistica dal magazzino al consumatore è parte primaria della catena di valore dell'e-commerce»,comeha spiegato Michel Bagli, marketing&innovation director di Nexive, che gestisce 12 milioni di spedizioni all'anno solo in Italia. L'era del next retail è già cominciata.

 

stats