New York Fashion Week

Il messaggio d'amore di Michael Kors

Il romanticismo urbano è il tema della collezione primavera-estate 2022, che Michael Kors ha portato in presenza nella storica Tavern on the Green, nel verde di Central Park. Una sfilata scandita dalla performance live di Ariana DeBose, attrice e ballerina statunitense, conosciuta dal grande pubblico per aver interpretato numerosi spettacoli di Broadway e recitato nella parte di Anita nel nuovo West Side Story di Steven Spielberg.

Un atto d’amore per New York, che ha decretato il suo successo, quando 40 anni fa le sue creazioni finirono in vetrina da Bergdorf Goodman, cosa che che gli valse la menzione in un articolo del New York Magazine firmato da Anna Wintour.

Poi il resto è storia della moda, che arriva fino ai nostri giorni con una collezione semplice, ma potente e che rende omaggio all’energia e al glamour rilassato del tempo della primavera, dove una gonna svasata pied de poule compare abbinata a un twin-set, che fa intravedere un reggiseno.

La palette di colori è tenue e ottimista, partendo dall’azzurro polvere al rosa cipria, fino ai colori sabbia, mentre il bianco piano piano diventa il colore principale fino al suo trionfo, in un soprabito di pelle traforato, come un pizzo. L'azzurro spicca per gli outfit monocolore, che prendono forma in trench appoggiati ai tailleur pantaloni dalle linee morbide.

Il messaggio d’amore che pervade l'intera collezione si è tradotto anche in uno speciale maglione in cashmere nero con un cuore rosso, i cui proventi verranno devoluti all’associazione God’s Love We Deliver, fondata dal 1985 da Ganga Stone e Jane Best, che consegna a domicilio quasi 10mila pasti gratuiti al giorno per le persone ammalate di Hiv, cancro e altre gravi malattie.

«Per questa collezione, ho pensato a cosa significa l'amore per me e mi è venuta subito in mente God's Love We Deliver - ha dichiarato Michael Kors -. Ho iniziato a lavorare con loro alla fine degli anni '80, quando l'Aids stava decimando New York e la comunità del design in particolare. Da allora ho visto come sono stati presenti per la città nei momenti più difficili, mostrando compassione e consegnando cibo alle persone bisognose. Il semplice atto di portare a qualcuno un piatto caldo di cibo: questo è amore»

Un segnale forte che le top model amiche dello stilista, da Gigi Hadid, Kendall Jenner, Natasha Poly ad Adut Akech e Irina Shayk, hanno subito cogliere, salendo in passarella così come molti politici della città tra cui Kathy Hochuck, la governatrice dello stato di New York, per confermare che la moda è anche solidarietà.

a.c.

NEW YORK WOMEN SS 2022: MICHAEL KORS


stats