In vista di Vicenzaoro

Damiani rafforza il retail con Bruno Maria Zimmitti

Quando mancano pochi giorni alla partenza di Vicenzaoro 2021 (10-14 settembre), Damiani annuncia l’acquisizione della maggioranza di Bruno Maria Zimmitti, storica gioielleria fondata a Siracusa nel 1858, che distribuisce nei propri punti vendita marchi tra cui lo stesso Damiani, ma anche Salvini, Rolex e Bulgari (nella foto).

In base agli accordi tra le parti, gli azionisti di Bruno Maria Zimmitti 1858 rimarranno operativi all’interno della joint venture e Salvatore Zimmitti resterà ceo.

L’acquisizione fa parte del piano strategico volto a rafforzare ed espandere la catena di negozi di proprietà Rocca 1794 (nella foto, lo store di Milano Duomo) su scala nazionale e internazionale.

Nonostante le difficoltà del settore, Rocca 1794 si sta muovendo su più fronti. Non solo è diventata Category Partner della Rinascente di Milano per la distribuzione di gioielli e orologi di alta gamma, ma ha anche inaugurato una boutique a Lugano e nei prossimi mesi ha in agenda la riapertura (dopo una ristrutturazione) del punto vendita di Bologna, una boutique monomarca Rolex nella Galleria Vittorio Emanuele II di Milano e un’altra presso l’aeroporto di Milano Linate, oltre a un serie di altri nuovi opening e acquisizioni.

In base alle stime di Confindustria Moda, nel 2020 l'industria orafa-argentiera-gioielliera ha subito un calo annuale del fatturato del 27,6% e una flessione analoga ha registrato l’export, che rappresenta l’88% dei ricavi. Il prossimo Vicenzaoro sarà un importante test per verificare se il comparto potrà o meno tornare sui livelli pre-pandemia.

e.f.
stats