Obiettivo 1 miliardo di ricavi entro il 2024

Rinascente: Fendi e Prada firmano le vetrine di Natale e nel 2023 un evento a Pitti

«Abbiamo appena archiviato una settimana del Balck Friday che per noi è stata un festa, con risultati oltre le aspettative, che rispecchiano a pieno il trend positivo del secondo semestre da maggio: da allora ogni mese è stato migliore rispetto al corrispettivo del 2019, anno dei record per noi. Uno scenario che ci rende ottimisti anche per il 2023, in cui abbiamo messo a budget una crescita a doppia cifra, che ci avvicinerà al traguardo del miliardo di fatturato, assolutamente alla nostra portata e probabile nel 2024».

 

Parola di Pierluigi Cocchini, ceo di Rinascente, conversando con fashionmagazine.it nel giorno del takeover delle vetrine natalizie, quest’anno firmate da big della moda come Fendi a Milano, Prada a Roma Tritone e Loewe a Firenze.



Il takeover di Fendi per il flagship store di piazza Duomo celebra i 25 anni della Baguette e include una scintillante installazione composta da frange e strutture in legno scolpite a mano che decorerà il sottoportico e il fronte vetrine del main building. A Firenze Loewe ha messo in scena unospettacolo di luci e vetrine festive con animazioni, tra alberi stravaganti, lumache e fiocchi di neve. A Roma Tritone, infine, Prada presenta un’installazione che include sette vetrine personalizzate sulla facciata principale, caratterizzate da un fondale luminoso con immagini della
campagna Prada Holiday 2022 e incorniciate da un profilo rosso che richiama le feste.

  

«Pensavamo sarebbe stato un anno drammatico ma si sta per chiudere vicino agli 800 milioni di euro (il record del 2019 era di 880 milioni, ndr). Siamo molto soddisfatti, in particolarmente dello store di Milano, che da solo contribuisce per la metà delle vendite».

 

«Inoltre – prosegue Cocchini - essendo Rinascente una casa di brand, ospitiamo diversi progetti dei marchi stessi, che ci scelgono per lanciare prodotti o per progetti in edizione limitata. Tutti i nostri punti vendita sono un palcoscenico che offre un'ottima risonanza, le vetrine sono uno dei medium più importanti delle città in cui ci troviamo». «A Milano - prosegue – abbiamo già tutti i contratti firmati per i primi sei mesi dell’anno, non era mai successo prima».

 

La moda, come dimostrano anche i casi di Fendi, Prada e Loewe che vestiranno le vetrine natalizie di Rinascente fino all’Epifania, resta il settore chiave per il department store che nel 2023 sarà impegnato a lanciare numerosi progetti “fashion”, uno dei più importanti riguarderà lo store di Firenze.

 

«Ci sono già le date: il 13 e il 14 giugno, nel pieno di Pitti Uomo, ci stiamo già lavorando. Saranno due serate, una più istituzionale e l’altra con un forte coinvolgimento della città», anticipa Cocchini.

 

Tra gli eventi, che segneranno il 2023, Cocchini ricorda anche l’inaugurazione ufficiale di Roma Fiume, prevista a ottobre 2023 dopo il restyling “a rotazione” in corso da quasi due anni, durante il quale il punto vendita non ha mai chiuso al pubblico.

an.bi.
stats