OBIETTIVO PAGAMENTI PIÙ FLUIDI

Global Blue avvia una partnership con Nexi

Global Blue, società attiva nei settori dello shopping tax free e dei pagamenti a valore aggiunto, ha avviato una partnership con Nexi. L’obiettivo è integrare le soluzioni di pagamento di questa PayTech con le piattaforme Pms (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle.

L’accordo consolida una collaborazione di lungo termine e segue quello relativo al servizio Dcc (Dynamic Currency Conversion), che grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level, certificato Oracle, consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle.

«Grazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a front desk e back office - spiega un comunicato - questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailer che utilizzano le piattaforme Oracle Opera Cloud Property Management, Simphony Point of Sale e Oracle Retail XStore Point-of-Service».

I merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale seamless, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, veloce e sicura, «nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione senza rischi dei dati delle carte».  

«La partnership con Global Blue - sottolinea Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - rafforza ulteriormente la nostra capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente». «Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale - anticipa - e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus su hotellerie, ospitalità e retail».

Damian Cecchi, svp added value payment solutions, aggiunge che attraverso questa collaborazione Global Blue si conferma un partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti, «consentendo a chi opera nell’ambito dei tre settori citati di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale, per un’esperienza di acquisto ancora più fluida». 

A cura della redazione
stats