Oltre 3.100 i buyer internazionali presenti

MarediModa: crescono i visitatori (+3%) e si punta sulla sostenibilità

Si è conclusa ieri la 18esima edizione di Maredimoda, il salone internazionale dedicato ai tessuti e agli accessori per il beachwear, l’underwear e l’athleisure, che per tre giornate (dal 5 al 7 novembre) ha animato il Palais Des Festivals di Cannes con oltre 110 aziende espositrici e le loro collezioni per l’estate 2021.

Sono stati oltre 3.100 i buyer, provenienti da Italia, Francia, Spagna, Inghilterra, Germania e Stati Uniti presenti all’evento, che si è chiuso registrando un aumento del +3% dei visitatori.

«Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti – ha commentato Claudio Taiana, presidente di Maredimoda -. Il salone è in crescita, complice anche la nuova area tendenze e il lavoro di trend forecasting messo a punto da David Shah (direttore della casa editrice Metropolitan Publishing BV di Amsterdam). L’interesse da parte dei grandi marchi mondiali verso il tessuto europeo di origine controllata ci ha permesso di approfondire i temi della sostenibilità, oggi sempre più importanti e sviluppati anche dalle nostre aziende».

Durante Maredimoda è avvenuta la premiazione del contest The Link 2019, dedicato ai fashion designer delle oltre 100 scuole europee più note che ha visto salire sul podio Aleksandra Szczegot per la categoria Beachwear, e Anna Elizabete Kasparsone, per l’Intimo, mentre Katia Innerhofer vince nella sezione Athleisure.

 

c.bo.
stats