oltremanica

Nel Regno Unito crescono menswear e womenswear. E il ministro applaude

Il mercato del menswear nel Regno Unito vale 14,1 miliardi di sterline, come riporta il Bfc in occasione di London Collections: Men, in aumento del 4% nel 2015, contro il +3,5% del womenswear. Le collezioni maschili rappresentano il 25% del mercato dell'abbigliamento locale.

 

Nelle stime di Mintel's British Lifestyles, tra il 2015 e il 2020 il menswear dovrebbe realizzare una crescita del 22,5% a 17,3 miliardi. Ma l'intero sistema moda inglese manda segnali di dinamismo, come ha ribadito il ministro Vaizley.

 

Le statistiche rivelano anche che il 59% degli uomini britannici hanno acquistato un capo online negli ultimi 12 mesi. Altri dati emergono dai comunicati diramati dal Bfc: nel 2015 l'industria della moda ha contribuito nell'ordine di 28 miliardi di sterline all'economia del Regno Unito, dai precedenti 26 milioni (fonte: Fashion Oxford Economics 2016). Il settore impiega oltremanica 880mila persone.

 

Il ministro della Cultura, Ed Vaizley, ha sottolineato che «le imprese legate alla creatività rappresentano una delle più grandi storie di successo del nostro Paese, apportando quasi 9 milioni di sterline l'ora alla nostra economia. Un settore rilevante in ogni aspetto, dalla high street alla couture» (nella foto, modelli di J.W. Anderson: la griffe sfila il 12 giugno a Londra).

 

stats