Pagava un affitto da 2,8 milioni di euro

Benetton chiude lo storico store di piazza Duomo a Milano. Il gruppo: «Privilegiamo le superfici medie»

Lo storico store di Benetton in piazza Duomo abbassa la saracinesca: il marchio aveva inaugurato il flagship da 1.750 metri quadri all'angolo con via Mazzini nel 2003, subentrando allo storico negozio Galtrucco.

Nel 2017 Benetton aveva deciso di confermare l'investimento su piazza Duomo, accettando di versare nelle casse del Comune di Milano 2,8 milioni l'anno, contro i 650mila euro pagati precedentemente.

La concessione dello store, composto da un piano interrato, un piano terra e un ammezzato (nella foto), avrebbe dovuto avere una durata di 18 anni, quindi fino al 2035, ma la pandemia ha portato il gruppo di Ponzano Veneto, attualmente guidato dal ceo Massimo Renon, a riconsiderare la sua strategia commerciale, in particolare quella relativa ai negozi di grandi superfici.

«La strategia di Benetton - viene comunicato in unanota - prevede di privilegiare al momento un ridimensionamento della superficie media di vendita rispetto ai megastore». Per gli spazi che si libereranno, il Comune di Milano indirrà una gara.

Benetton non ha comunque intenzione di scomparire dalla scena commerciale milanese, dove resterà presente con gli store di corso Vittorio Emanuele, corso Buenos Aires e corso Vercelli.

an.bi.
stats