Parte di una strategia omnichannel

Printemps: al via da Milano e Doha il piano di espansione internazionale

Printemps varca i confini della Francia per dare avvio a un piano di espansione internazionale, con l'obiettivo di raddoppiare il business entro la prossima decade. Prime tappe di questo percorso saranno Doha e Milano, a cui seguiranno altre inaugurazioni, per un totale di 10 vetrine in tutto il mondo.

 

Lo store in dirittura di arrivo nella capitale del Qatar, che aprirà all'interno del complesso commerciale-residenziale Doha Oasis, coprirà una superficie di 30mila metri quadrati articolati su tre piani. Sarà il secondo punto vendita di Printemps al mondo per dimensioni, dopo quello di Boulevard Haussmann. A Milano il piano prevede l'approdo in centro città con un negozio di circa 2mila/2.500 metri quadri.

 

La strategia di Printemps segue le orme di Galeries Lafayette, che punta ad aumentare la sua rete di negozi oltreconfine fino ad arrivare a 25 vetrine nel 2025: Milano, Lussemburgo, Doha e Kuwait sono tra le mete on schedule.

 

Come ha riferito in un'intervista a wwd.com il ceo di Printemps, Paolo De Cesare, oltre a questo progetto, l'insegna sta acquisendo l'e-tailer di articoli per la casa Made in Design dalla società di investimenti Gimv e dalla fondatrice Catherine Colin, come parte di una strategia più ampia in chiave di omnicanalità, che culminerà con l'imminente lancio del sito printemps.com.

 

Come riferisce ancora wwd.com, nel fiscal year chiuso il 31 marzo il giro di affari di Printemps è salito del 3%, a quota 1,7 miliardi di euro. La crescita sarebbe stata del 6% circa, secondo l'azienda, se sul business non avessero impattato le proteste del sabato da parte dei gilet gialli. 

c.me.
stats