pelletteria

Mipel 112 rende omaggio a Warhol e porta a Milano i nuovi talenti

Tema clou del Mipel numero 112, dal 17 al 20 settembre, è la creatività del maestro della Pop Art nel 30esimo anniversario dalla scomparsa, con una mostra e un contest. Guest star al salone Vivienne Westwood. Confermata la sinergia con Camera BuyerCnmi per le aree The Glamourous e Scenario.

 

Come è stato spiegato stamattina (13 settembre) nel corso di una conferenza stampa, i colori e le geometrie delle opere di Andy Warhol ispireranno gli allestimenti degli spazi all'interno del padiglione 10, presso il quartiere espositivo Fieramilano-Rho, pronto a schierare le collezioni per la primavera-estate 2018 di oltre 300 brand internazionali.

 

Al grande artista di Pittsburgh saranno però dedicate anche altre due iniziative del salone organizzato da Aimpes Servizi. Sotto l'egida di "Mipel in Città", Fondazione Stelline in corso Magenta 61 ospita, dal 18 settembre al 29 ottobre, "Andy Warhol: da New York alle Stelline. Leonardo di Warhol-Warhol di Amendola", 20 portrait realizzati nella Grande Mela nel 1977 e nel 1986, più un dipinto originale, "The last Supper", firmato dal Warhol tra il 1985 e il 1987, pochi mesi prima della sua morte, proprio durante il suo soggiorno presso Palazzo delle Stelline, di fronte al Cenacolo Vinciano.

 

Si tratta di un'opera emblematica, in quanto - oltre a essere una delle ultime di Andy Warhol - è l'unica versione esistente virata nel color magenta, in omaggio a corso Magenta.

 

Nell'ambito dell'esposizione - curata da Walter Guadagnini - ci sarà spazio anche per un concorso, "Mipel incontra Warhol": i brand espositori sono stati infatti invitati a realizzare una borsa ispirata al genio della Pop Art. Tra i 20 modelli migliori ne saranno selezionati tre, che saranno premiati durante la serata di vernissage.

 

La prossima edizione di Mipel non punta solo sul link con l'arte, ma anche sulla creatività dei new name della scena internazionale della pelletteria, grazie alla sinergia con Camera Italiana Buyer Moda e Cnmi, rispettivamente per le aree The Glamourous e Scenario, oltre che con Ice-Agenzia e il Ministero dello Sviluppo Economico per nuovi progetti di internazionalizzazione.

 

Nel caso di The Glamourous, quattro buyer "adotteranno" altrettanti designer, dando visibilità alle loro collezioni sia in fiera, sia nelle vetrine dei loro store. A partecipare al progetto saranno Dell'Oglio Palermo 1980 con Majo, Luisa di Giovanni Venturini con Corti Milano, Nugnes 1920 con Imemoi, Spinnaker con Arnoldo Battois.

 

Anche Scenario non sarà da meno, perché promette di essere il palcoscenico più alternativo del salone facendo leva sulla collaborazione fra la creatività italiana e importanti realtà commerciali d'oltrefrontiera: grazie a Cnmi, saranno coinvolti quattro buyer internazionali, chiamati a sponsorizzare i più interessanti designer from Italy. Per questa edizione saranno HP France di Tokyo e Maria Lamanna, Galeries Lafayette Dubai e Manurina, Lotte.com e Ninael, Metrocity e Annalisa Caricato.

 

Last, but not least, Vivienne Westwood: attraverso due installazioni allestite nell'area Glammy Boulevard, l'eccentrica designer presenterà due progetti dedicati agli accessori (nella foto, Michele Scannavini, alla guida di Ice, l'assessore Cristina Taiani e Riccardo Braccialini, presidente Aimpes, alla conferenza stampa di stamattina).

 

stats