Per un affitto record di 2,350 milioni annui

Tod’s cambia location in Galleria e Chanel si aggiudica i locali ora occupati dal brand

Prosegue l’incessante movimento di aperture e relocation in Galleria Vittorio Emanuele a Milano. Una notizia recente riguarda Chanel, che si è imposta tra gli altri cinque contendenti (Damiani, Loro Piana, Samsonite, Swarovski e John Richmond) nell’asta all’incanto per aggiudicarsi gli spazi attualmente occupati da Tod’s. Quest’ultima, in scadenza di contratto, si sposterà a breve nella location un tempo occupata da Bric’s, nel tratto che unisce il Duomo al Teatro alla Scala.

Per accaparrarsi la porzione maggiore dell’attuale boutique di Tod’s (188 metri quadri su tre livelli), Chanel ha quadruplicato il valore di 545mila euro posto a base d’asta, arrivando a toccare la cifra record di 2 milioni e 350mila euro annui.

Per la nuova concessione d’uso il Demanio ha diviso infatti in due porzioni l’attuale boutique del brand di Della Valle, che si trova tra l’Ottagono e via Silvio Pellico. Il lotto inferiore, oggetto di un bando con aggiudicazione all’offerta più alta, è stato conquistato da Damiani, che l’ha spuntata su Sartoria Rossi. Il player della gioielleria pagherà 365mila euro all’anno per un locale da 126 metri quadri tra piano terra e seminterrato, affacciato con due vetrine sulla Galleria, all’angolo con via Silvio Pellico.

Mentre Chanel e Damiani si preparano ad andare a occupare i rispettivi spazi, Tod’s, come si diceva, continuerà a presidiare il Salotto di Milano, dove è presente da oltre 20 anni, con una nuova boutique nel passaggio princiopale che unisce il Duomo al Teatro alla Scala.

Distribuito su due piani, collegati da un'ampia scala, il monomarca sarà caratterizzato da due vetrine affacciate sulla Galleria.

c.me.
stats