pitti bimbo

In Fortezza affluenza stabile, si risveglia la Russia

Al termine di Pitti Bimbo, il salone fiorentino del childrenswear che ha chiuso i battenti sabato 25 giugno, gli organizzatori di Pitti Immagine indicano un'affluenza in linea con gli «alti livelli di presenze» registrati un anno fa. Si parla dunque di 5.600 compratori (di cui poco meno di 2.400 stranieri) e 10mila visitatori complessivi.

 

A fronte delle insicurezze generate dalla notizia della vittoria del fronte Brexit in Gran Bretagna, dalla manifestazione è emersa la certezza di un +24% di adesioni da oltremanica, corroborata dal +5% della Germania, dal +20% della Cina e dal +14% del Giappone. In corsa la Corea del Sud (+43%), bene Svizzera e Austria.

 

Notizie positive anche dalla sorvegliata speciale Russia, che torna a essere il primo mercato di riferimento per le aziende presenti in fiera e che ha segnato un'inversione di tendenza, testimoniata con un +5%. Un incremento che si inserisce in una situazione di buona ricettività dell'Est europeo, «con l'Ucraina in rialzo del 10%».

 

Conferme dagli Usa, ma vanno anche segnalate flessioni da Spagna, Francia, Belgio, Grecia e Turchia.

 

La top chart dei Paesi intervenuti a Pitti Bimbo, guidata appunto dalla Russia con 179 retailer, vede in seconda posizione la Spagna (167) e in terza la Germania (151). A seguire Regno Unito (137), Repubblica Popolare (124), Francia (99), Olanda (85), Turchia (81), Belgio (77), Grecia (68), Ucraina (67), Corea del Sud (56), Giappone (50), Polonia (47), Svizzera (42), Libabo (36), Austria (35), Emirati Arabi (33) e Brasile (27).

 

Quanto ai buyer italiani, i numeri in lieve aumento, anche se sul filo dello "zero virgola", «riflettono i segnali positivi che stanno arrivando dai consumi interni».

 

Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, ribadisce il valore di Pitti Bimbo come «l'appuntamento di riferimento per la moda infantile internazionale, con uno slancio ulteriore in questa edizione, attraverso nuovi progetti espositivi».

 

Napoleone si riferisce soprattutto alle aree Editorials sui lifestyle e Fun Glasses sugli occhiali (insieme a Mido), alla collaborazione con la Bologna Children's Book Fair e ad altri eventi e progetti speciali, come quelli realizzati con il contributo del Mise e di Agenzia Ice: le sfilate delle sezioni Apartment e KidzFizz, lo speciale online sul kidswear a cura di Bof-Business of Fashion, che ha segnalato a Pitti Immagine 10 top retailer, premiati durante la prima giornata della kermesse (nella foto grande, il backstage del défilé di KidzFizz. Le immagini pubblicate insieme a questa news sono di AKA Studio Collective, Giovanni Giannoni, Proj3ct Studio).

 

stats